Apre il sottopasso di collegamento a piazza Garibaldi

La piazza cambia look, tunnel tra metropolitana e stazione con galleria commerciale. Il corridoio di collegamento consentirà ai pedoni di evitare l’attraversamento stradale di corso Lucci. La stazione cambierà...

La piazza cambia look, tunnel tra metropolitana e stazione con galleria commerciale.

Il corridoio di collegamento consentirà ai pedoni di evitare l’attraversamento stradale di corso Lucci. La stazione cambierà volto anche grazie alla prossima apertura dei numerosi locali commerciali. L’asse attrezzato è collegato alla piazza sovrastante attraverso scale mobili e fisse mentre il corridoio consentirà di realizzare un importante collegamento pedonale tra Linea 1 della Metropolitana e le Ferrovie dello Stato. Il tunnel sotterraneo, illuminato dalla luce del sole attraverso la copertura in vetro e acciaio, cammina a otto metri di  profondità sotto il livello stradale. All’interno della galleria, gestita da Grandi Stazioni, troveranno presto spazio negozi ed attività commerciali. Con l’inaugurazione del corridoio di collegamento riapre, dopo 7 anni di lavori, anche il lato sud  della piazza, con marciapiedi rifatti e allargati. Il corridoio è largo 20 metri per uno sviluppo in lunghezza di 225 metri su cui si affacciano le attività commerciali.

 1 Il sottopassaggio consentirà di liberare la quasi totalità della piazza. «L’apertura del corridoio – ha detto il sindaco di Napoli Luigi de Magistris – costituisce un vantaggio per la mobilità, ma anche la realizzazione del centro commerciale è importante e, inoltre, abbiamo restituito quasi interamente la parte di superficie della piazza. Piazza Garibaldi torna a essere una piazza straordinaria».

2Ha commentato il presidente di Metropolitana spa Giannegidio Silva: «Abbiamo fatto un passo importante e registriamo un importante incremento di utenti. Questa piazza è sempre stata un buco aperto, certo non basta un progetto per risolvere i problemi sociologici del luogo, ma è un passo importante».

3La nuova piazza Garibaldi è opera dell’architetto francese Dominique Perrault: «La stazione che ho costruito mi piace molto, soprattutto perché rimette in gioco alcuni concetti legati alla natura cui sono molto affezionato, come la possibilità data alla luce di entrare nella profondità, fino alla quota dei binari».

No commento

Lascia risposta

*

*