Terminata Comicon bilancio di un successo, soprattutto economico…

Una edizione straordinaria, la migliore sin quì svolta. concerti, tornei, Frank Miller, Xena, e le immancabili cosplayer

di Riccardo Laperuta.
Un giorno gli organizzatori del comicon si saranno svegliati nel loro letto pensando “ehi, ma l’arena flegrea è praticamente attaccata all’area della fiera, potremmo usarla“, e fu cosÏ che nacque la più grande edizione nella storia della manifestazione.

Zone ampie, ben divise, chi voleva venire alla fiera per ascoltare i concerti k-pop nell’Asian village (isolato, molto isolato per fortuna) non è costretto a fare a spallate con chi è venuto solo per il torneo di fifa che si svolge nel padiglione 10, chi per i giochi da tavolo ha fatto i chilometri non è costretto a sentire i ridondanti tormentoni non sense di quelli che sono venuti per la Dark Polo Gang, che hanno speso 15 euro di biglietto per giocare col super santos o prendere il sole nei giardini e per tentare la posteggia disperata alla povera cosplayer di turno, il tutto a qualche fermata di autobus di distanza dal virgiliano (che è gratis.).

Il comicon 2018 non è stata l’edizione più grande solo in senso spaziale ma anche qualitativo, con ospiti straordinari come mai nella sua storia come Frank Miller, padre del Cavaliere Oscuro a partire dalla Silver Age che ha firmato copie dei suoi lavori e realizzato qualche sketch per pochi fortunati e Lucy Lawless, per tutti Xena, che ha guardato con i fan l’ultimo episodio della sua serie di successo Ash vs The Evil Dead (che, ironia della sorte, è stata cancellata a pochi giorni dalla fiera)e la Dark Polo Gang, che ha avuto il merito di riportare in fiera quella fetta di publico che gli ultimi anni aveva perso interesse nella manifestazione, ovvero quella fetta che a questa manifestazione non dovrebbe prendere parte, storico il “bella per i fumetti” di Tony e l’espressione di puro smarrimento di Dark Side.

DPG a parte la fiera è stata un successo, in pochi si sono lamentati e il bilancio dei feriti è irrisorio rispetto agli altri anni

 

Un commento

Lascia risposta

*

*

  • Riccardo Laperuta
    4 maggio 2018 at 21:06 - Reply

    Ho dimenticato di ringraziare Christian Nardelli per le foto. Scusa fra.