TEMPO-SPAZIO-VITA: LA RICERCA FILOSOFICA PER E CON TUTTI NOI

Tempo, Spazio, Vita, per una (gioiosa? appassionante?) (Ri?)cerca della Verità attraverso le (5?) Vie della Cultura Umana Universale

Riceviamo e pubblichiamo.
di Maurizio DerSuchende

Tempo. Spazio. Vita. Spazio e Tempo sono le risorse più preziose per la nostra Vita: solo che (quasi) tutti noi non ci appassioniamo molto per uno Spazio tendente all’infinito, mentre per un Tempo tendente all’infinito sì! Eccome! Vorremmo (quasi?) tutti noi un Tempo tendente all’infinito. O no?

Certo, vorremmo scorazzare liberi per lo Spazio infinito, ma sono sicuro che ognuno di noi non è per niente interessato ad alcuni spazi, allo Spazio nella sua totalità. Invece, non abbiamo mai abbastanza Tempo. Tempo per le persone che amiamo, per gli Scopi e i Significati (= Sensi) che ci siamo dati (da soli o sotto influenza di altro/i?) e pensiamo di cogliere in questa nostra vita (nella coordinata Spazio-Tempo in cui ci troviamo), per le attività e le pratiche che ci appassionano di giorno in giorno, ora per ora, attimo per attimo. Questa è una Situazione Umana Universale e come tale è un ‘Dato di Fatto’. Abbiamo tutti poco tempo, pochissimo infinitesimale Tempo di Vita: Tempo per le Persone che amiamo, per gli Scopi e i Significati che (ci) diamo, per le pratiche e le attività che ci appassionano.

fractal-whitestar01

In questo infinitesimo Tempo di Vita, Tutti Noi, ripeto Tutti Noi, siamo – in periodi diversi – o assaliti o ammaliati o sorpresi o angosciati da quesiti comuni e rilevanti per noi tutti. Alcuni di essi ci feriscono (a volte, anche a morte…), altri ci appassionano o ci allettano, altri ancora ci lasciano del tutto indifferenti. Sono Quesiti Fondamentali (= puntano al fondamento – sempreché ci sia … – di Noi tutti e del Cosmo, cioè Universo antropico e naturale in cui ci troviamo) ed Esistenziali (= ri-guardano tutto il Cosmo, con i suoi elementi non viventi e tutti gli Esseri Viventi, Noi Tutti compresi…). Come, chi o cosa ha creato il Cosmo che ci pervade e nel quale siamo immersi? Che cos’è la Vita? Chi o cosa l’ha (o come è stata) creata? Come e Perché la Vita? Perché questo Cosmo? Che cosa sono, come sono venute al mondo queste ‘entità’ che si autodefiniscono Esseri Umani, chi/cosa le ha create? Che cosa o chi sono Io? E tu? E noi, che tipo di relazione abbiamo, dovremmo o possiamo avere? Che cosa sono i Sentimenti? Che cos’è lo Spirito o l’Anima o la Mente? Essi esistono? Come si producono e come dissolverli? Che cos’è la Verità? Che cos’è l’Amore? È differente dall’Amicizia? Siamo uguali o del tutto o parzialmente diversi? Che cos’è la Libertà? E l’Uguaglianza? E la Fraternità? Sono praticabili? Sono auspicabili? Che cos’è la Morte? Perché la Morte? Che cosa c’è dopo la perfida e amara sorba che noi tutti prima o poi dobbiamo ingoiare, la Morte? E prima del nostro concepimento? Eravamo? Dove, cosa, e come? E perché siamo stati concepiti e siamo (ancora) sopravvissuti? Qual è la Verità su questi quesiti e su altri similari? E così via di questo passo …

Porsi anche solo alcune di queste domande fondamentali ed esistenziali (anche solo per breve tempo) costituisce il primo Atto Fondante di ciò che definiamo essere la Prassi Filosofica (= Filosofia), che si estrinseca in Pensiero e Atto (azione o inazione). Pertanto, le domande fondamentali ed esistenziali sono Quesiti Filosofici e la Prassi che tende a ricercare la Verità su tali quesiti, la definiamo Filosofia.

Sfondi per il Desktop - Wallpaper

Che cos’è, allora, la Filosofia? Essa non è possesso o conoscenza della Verità. La Filosofia è Amore per la Ricerca della Verità. Ricerca che è sempre e solo un Fare (di Pensiero e di Atto) e che crea un Essere.

Sorvoliamo qui su che cosa intendiamo con i termini Amore e Verità. Come cercano gli Esseri Umani la Verità? Che cosa facciamo o usiamo per tentare di cogliere la Verità circa un dato quesito fondamentale? Produciamo una buona parte di ciò che definiamo essere Cultura, cioè produzione di un quid creato, inventato, ipotizzato, col nostro fare/pensare. Un qualcosa che non ci sarebbe in questo Cosmo, se noi non esistessimo. Noi produciamo almeno 5 Vie (= Metodi) per tentare di dare risposta ai Quesiti Filosofici.

Visualizziamo o creiamo una Stella a 5 Punte (= Stella della Produzione Culturale Umana Universale), nella quale ci (ri)troviamo un Essere Umano (= per es., l’Uomo di Vitruvio, ideato e creato da Leonardo da Vinci, ma ognuno ri-crei nelle forme e colori che vuole…). Ogni punta della Stella rappresenta ciascuna dei Metodi di Ricerca Filosofica: l’Arte (in tutte le sue molteplici forme e linguaggi), caratterizzata dal Metodo Creativo (= creare, inventare, un qualcosa che prima non esisteva); la Scienza, definita dal Metodo Scientifico (= formulazione dell’ipotesi/teoria, raccolta dati, costruzione di un insieme di teorie coerenti sia fra loro, sia rispetto ai molti dati raccolti, confutabilità delle ipotesi/teorie/Sistemi, nuova formulazione di ulteriori ipotesi/teorie/sistemi, che rendono coerenti fra loro un ancor più ampio insieme di dati, e così via continuando); la Religione, costituita dal Metodo Dogmatico (= formulazione di una serie di proposizioni, che vengono accettate come vere, indiscutibili, dalla comunità dei credenti di riferimento – Dogmi); il Mito, fondato dal Metodo Narrativo (= narrazione di storie primordiali, i cosiddetti Miti); la Mistica, materiata dal Metodo Sinestesico-Sensuale (= esperienze psicosensocorporee individuali e inconsuete). Ma potremmo anche aggiungere un’ulteriore punta a questa stella della produzione culturale umana universale: quella della Rimozione, caratterizzata dal Metodo del Rimosso (= nascondere, celare, misconoscere, screditare, la rilevanza e l’importanza della questione – per ciascuno di noi e per il genere umano nella sua interezza – per tentare di metterla in un cantuccio, non potendo dissolverla del tutto).

fractal04

Pertanto, di Una Questione Filosofica possiamo (ri)trovare molteplici tentativi di risposte per mezzo di ciascuna delle vie suindicate. Noi tutti produciamo e/o contribuiamo a sostenere la Filosofia, la Cultura, nelle sue molteplici Vie (= Metodi).

Sono questioni e vie che ci angosciano o ci angustiano, ci ammaliano o ci appassionano, ci meravigliano o ci disgustano o ci lasciano del tutto indifferenti, insomma che ci procurano gioia e/o dolore, nelle loro molteplici sfumature e tratti, tonalità e ritmi.

Ora, però, fermiamoci un attimo: ma chi ce lo fa fare di scrivere, leggere, pensare e dialogare su questi temi? Perché la Filosofia e, quindi, i conseguenti metodi (= Vie) per tentare di rispondere e per giungere alla Verità? E non posso fare a meno di far notare che anche questa è una domanda filosofica.

Ma giusto per farvi notare che le questioni filosofiche e, più specificamente, i nostri individuali e collettivi modi di tentare di fornir loro una risposta stanno già influenzando il vostro comportamento e pensiero, il vostro fare, pensare, essere. Anche se vi sforzate per l’ennesima volta di ricacciare il tutto nel dimenticatoio. Tutto ciò che fate e che siete (o che credete di essere), è frutto e zampillo d’acqua sgorgante dalle sorgenti primigenie e profonde e dagli anfratti e dai rigogliosi terreni fecondi della Prassi Filosofica, propria e/o altrui. Tutto il mondo umano (= Universo Antropico) è generato dalla Prassi Filosofica. La Filosofia irradia tutta la Cultura Umana Universale, nelle sue molteplici e cangianti forme, colori, suoni, odori, sapori, gusti …

Per ora, però, ognuno dia la sua di risposta, quella senza pensarci troppo, quella d’istinto oppure quella ben meditata. Fate voi. Sperando solo che tutto ciò vi procuri un po’ più gioia nella vostra vita o, perlomeno, attenui un po’ l’angoscia atavica e straziante che colpisce (quasi?) tutti Noi.

P.S.: Piccolo quesito: dopo ciò che avete appena letto, siete proprio sicuri che i migranti e le culture ‘altre’ siano un fastidio o una minaccia al nostro vivere quotidiano, al nostro ‘benessere’?

No commento

Lascia risposta

*

*