STELLE COMETE

Ora si apra una fase nuova per il Paese e tutte le forze democratiche non dovranno temere il confronto con chi di fatto è il primo partito

Quello che è successo nell’ultima tornata elettorale ha dell’incredibile.Si può dire senza alcun dubbio, rivoluzionario.

Il Partito Democratico e la Sinistra radicale (Leu) raggiungono a malapena il 22%, il centrosinistra non esiste più, la lista Bonino non entra in Parlamento. Il centrodestra avanza nella sua parte meno liberista ma più razzista. Trionfano i Cinquestelle, soprattutto nel Mezzogiorno ed eleggono tra Camera e Senato oltre 300 parlamentari.

Tutto cangia il ciel s’abbella” ci verrebbe di scrivere, ricordando il finale del Guglielmo Tell di Rossini. Ci si libera dalla vecchia politica politicata, immettendo nell’Agorà della democrazia rappresentativa nomi e volti giovanissimi e perbene, la stragrande maggioranza nelle fila dei pentastellati. Nella nostra città le percentuali sono bulgare, oltre o poco sotto il 50% in tutti i quartieri.

I grillini vincono nel maggioritario e nel proporzionale. Di fatto la destra a Napoli è stata sconfitta e la Lega di Salvini è al lumicino. Si rafforza in città, ancor di più, quell’area antifascista e di Sinistra già fortemente rappresentata dal Sindaco di Napoli. Napoli ha frenato l’ascesa del governo di centrodestra in Italia. Ora si apra una fase nuova per il Paese e tutte le forze sinceramente democratiche non dovranno temere il confronto con chi di fatto è il primo partito/movimento in Italia, i sindaci più rappresentativi, in primis Luigi de Magistris, sollecitino appena saranno completati gli assetti istituzionali, un tavolo di confronto con il nuovo governo affinché il tema del debito, che di nuovo emerge in tutta la sua drammaticità, vista la recente sentenza della Corte dei Conti venga risolto definitivamente.

Ricordo a tutti noi che le stelle non stanno a guardare, siamo pronti a scendere di nuovo in piazza e questa volta con più forza e determinazione

Pino De Stasio

Sono un blogger, attivista politico, ascoltatore di musica antica e contemporanea, pacifista
Un commento

Risposta lasciata per Cancella risposta

*

*

  • residenciazarzuela
    12 marzo 2018 at 21:49 - Reply

    Scritto da Vincy #forzaroby Avete rotto con questi commenti contro Roby,lei ha deciso di chiudere a Roma davanti al suo pubblico e se ha deciso così non sono fatti vostri “ha deciso di chiudere a Roma davanti al suo pubblico e se ha deciso così non sono fatti vostri Detta così ha poco senso, certo che sono anche fatti nostri, è personaggio pubblico ed altamente rappresentativo. Io invece avrei detto: “ha deciso di chiudere a Roma davanti al suo pubblico, accettate serenamente la sua decisione e fatevene una ragione