SEL: la bufala elettorale. Coppeto – avanti con il progetto de magistris-

Clamoroso fake ai danni di SEL fa impazzire tutto il pomeriggio l’ambiente politico cittadino. La smentita di Giordano e Coppeto

E adesso possiamo dire di avere quasi toccato il fondo, infatti , dopo le proposte di Lettieri di collocare la fondazione De Filippo nei locali ora gestiti dal collettivo “la Balena”, l’idea peraltro che ha disgustato la famiglia De Filippo, che ha dovuto chiedere e con fermezza al candidato Sindaco di non coinvolgere più il nome dei De Filippo per suoi tornaconti elettorali,  si è giunti al fake.

Evidentemente la rabbia del successo della notte di Capodanno, un napoletano su due in strada, la fiumana turistica che ha affollato Napoli, ha fatto fare cattivi pensieri a qualcuno.

sel3Al fondo non c’è fondo, ma la puntata di oggi ha retroscena davvero insoliti.

Nel primo pomeriggio appare tra le tante pagine facebook una che porta il Nome del Partito SEL Ecologia e Libertà, con sotto la dicitura “per Bassolino Sindaco” il primo a notare questa anomalia è stato il consigliere della seconda Municipalità Pino De Stasio, il quale condividendo la notizia senza molte perifrasi ha chiesto a Peppe de Cristofaro di spiegare e smentire al più presto tale schifezza.

E poco dopo le 17 Carlo Giordano, che grazie al suo incarico è depositario del simbolo di Sel a Napoli,  si è recato alla polizia postale prima, e alla questura poi per denunciare l’accaduto e far scoprire i responsabili di un clamoroso fake che ha movimentato il pomeriggio politico napoletano.

Raggiunto da noi telefonicamente, il Presidente della 5 Municipalità, Mario Coppeto,  ci va giù più duro: “è stata commessa una nefandezza politica, non credo si tratti di una cosa seria ma neanche dello scherzo di un buontempone, questo modo di fare non è politica, ma è qualcosa che sfiora il disgusto”.

Coppeto pretende che in questa storia scenda in campo direttamente l’ex Governatore “Bassolino è comunque persona dabbene, e per questo motivo gli chiedo di prendere le distanze dai cretini che hanno fatto in buona o cattiva fede questo scherzo”.

sel2Il Presidente Coppeto, militante della prima ora del Partito di Vendola, ha ribadito la volontà di proseguire il discorso intavolato con de Magistris e auspica al più presto un confronto col Sindaco per capire che progetto c’è in tavola per il prossimo quinquienno “siamo a favore di adesioni su fatti concreti e non su spinte emozionali, a noi stanno a cuore alcune istanze e il Sindaco, e le liste che lo affiancheranno devono ascoltarci e progettare insieme, a noi sta a cuore l’emergenza delle periferie, l’area metropolitana, e misure concrete contro la povertà dilagante in città”.

Coppeto ha aggiunto “sappiamo che de Magistris sta lavorando per una serie di liste civiche, noi di Sel invece ci presenteremo con una nostra lista apparentata all’attuale Sindaco, su questo non dovrebbero esserci problemi, ma comunque una discussione si rende necessaria al più presto”.

Dal quartier generale di Bassolino invece tutto tace, al momento e forse fino a domani mattina, nessun commento sull’accaduto.

No commento

Lascia risposta

*

*