Raccontiamo Napoli

Particolare spettacolo alla città del Sole, una serata dedicata alla storia, cultura, politica e spettacolo dall'avvento dei greci ai nostri giorni. Interventi di eccellenti napoletani

Un giorno di Santa Lucia particolare, due combinazioni che servono a sollecitare lo stare insieme, far sentire quella davvero “A festa e tuttequante”, motto coniato dal nostro preziosissimo Umberto Oreste.

Napoli festeggia 2495 anni dalla sua fondazione, senza contare Palepoli, e il nostro blog CantoLibre cinque anni, pochissimi rispetto a quella di Napoli ma tanti per un blog, che nascono e muoiono nel giro di pochi mesi o addirittura giorni.

Una serata particolare nei locali di Emiliano Manes, tutore di una biblioteca a carattere storico. La Città del Sole, come il nome della gloriosa casa editrice.

Come è già accaduto altre volte abbiamo chiamato a raccolta i nostri più cari amici, famosi e meno, con una scaletta che sarà presentata da Roberto Strati, per eccellenza uno dei più cari drammaturghi del Centro storico e leader di una compagnia teatrale di lungo corso, quella della “ Compagnia Teatrale Argonauti” di Napoli con i quali da cinque anni condividiamo percorsi comuni.

Sarà un occasione per raccontare Napoli, la sua storia, i suoi eventi, la sua arte e politica, pertanto non può mancare il Presidente della Municipalità del centro storico, tra le più antiche del mondo e protetto come patrimonio dell’Unesco, il Presidente Francesco Chirico parlerà della storia di questa Municipalità.

Tra i partecipanti ci piace raccontare che il Maestro Carlo Faiello ci narrerà, visto il periodo, la storia e le origini della “Cantata dei pastori”, e magari qualche canzone ad essa dedicata.

Altro Maestro di cultura partenopea sarà Francesco Iavarone, e come spesso accade il suo intervento sarà a sorpresa, ma certamente sarà incentrato su Napoli.

Avremmo poi un video rappresentativo della nostra città presentato da Adolfo Ferraro e il suo immancabile trio, con Luciano Barbarisi e Enrico Beniamino de Notaris, quest’ultimo si esibirà in una performance con il mandolino, strumento paetenopeo di eccellenza, anzi frà di più narrando le sue originio e la storia.

Altro nostro caro amico presente sarà Ciro Ridolfini che come al solito si esprimerà a braccio recitando poesie che spaziano da Salvatore di Giacomo e Capurro, passando ovviamente per Viviani, forse il suo preferito.

Inoltre gradita e per la prima volta ad un nostro appuntamento il regista teatrale Angelo Laurino che parlerà della storia del teatro napoletano

Non può mancare in una serata come questa la tarantella e la tammorra, disegnati dalla infaticabile Maestra Maria Grazia Altieri, considerata in città come la rappresentante di questa fantastica danza conosciuta e ballata in tutto il mondo.

Non finisce qui, avremmo anche il piacere di ospitare Vincenzo Delehaye direttore di una produzione che recentemente ha infiammato Napoli e cioè ” Bruciate Napoli” di Arnaldo Delehaye .

Durante la serata saranno proiettati spezzoni di film che hanno fatto la storia del cinema napoletano, e fotografie di ieri e di oggi, da Alinari a Ferdinando Kaiser e dal nostro collaboratore della prima ora Massimiliano Giuliani.

Una partecipazione a noi cara è quella di un ospite della nostra città Saheed Kone, attore assurto agli onori pubblici con “Il Caso Diciotti” e che reciterà la sua parte inserita nella ononima commedia rappresentata questa estate al Maschio Angioino di fronte ad un pubblico da soul out.

Non macherà una pagina di storia più recente, quella legata alla resistenza, Aida di Paola, nipote del Partigiano Gennaro Di Paola leggerà alcuni brani e poesie delle quattro giornate di Napoli.

Insomma a tutto tondo racconteremo la storia della nostra città, dai greci alla Resistenza.

Sarà una serata dedicata all’arte e alla cultura di questa nostra città che amiamo tanto e l’ìaiutiamo a crescere. Vi aspettiamo, ma davvero!

A festa e tutte quante: venerdì 13 dicembre vico maffei 4 “la città del Sole”  ata venì….

https://www.facebook.com/events/836343890118385/

No commento

Lascia risposta

*

*