Oggi un altro passo per l’avventura di potere al popolo

Una strada complessa e non facile, ma necessaria per riordinare un sistema fallimentare

Oggi a Roma si è fatto un passo avanti sul cammino per l’ avventura elettorale di POTERE AL POPOLO: una strada difficile ma necessaria per dimostrare che la povertà, la mancanza di servizi essenziali, lo sfruttamento selvaggio dei lavoratori, gli scempi ambientali sono una conseguenza dell’attuale sistema economico.

Non serve elargire qualche briciola ai poveri, si devono eliminare le cause della povertà; non bastano le bonifiche ambientali, serve un sistema che non produce inquinamento; non bastano i sussidi di disoccupazione, occorre la piena occupazione.

Non si possono proporre questi obiettivi senza dire chi deve pagare tutto ciò, senza dire chi sono gli avversari non solo gli avversari politici, ma soprattutto gli avversari sociali: chi detiene patrimoni immobiliari, finanziari, chi sfrutta i lavoratori in fabbrica, nel commercio, nelle cosiddette cooperative, la pletore di amministratori delegati, consiglieri d’amministrazione, consulenti ed alti gradi della burocrazia dell’amministrazione statale e degli enti locali.

La battaglia elettorale avrà un senso se ne saranno protagonisti i lavoratori e le lavoratrici nativi e migranti, i precari, i disoccupati tutti quelli che trarranno forza dall’affermazione di una lista elettorale che esprime i loro interessi.

Per fare questo, a noi che oggi eravamo a Roma con la presenza fisica ma a tutti quelli che erano a Roma con il pensiero, tocca agire con volontà unitaria, con la massima capacità organizzativa, con la determinazione di chi sa di essere dalla parte della ragione, e di agire non nel proprio interesse personale o di organizzazione, ma nell‘interesse collettivo

Umberto Oreste Sinistra Anticapitalista

Biochimico attualmente in pensione. In passato ha lavorato presso istituti universitari e del CNR. Tra i suoi interessi scientifici l’evoluzione delle molecole immunitarie, l’adattamento degli animali marini alle variazioni ambientali. Ha collaborato con strutture di ricerca estere ed è autore di numerosi articoli su riviste scientifiche internazionali. Partecipa all’attività politica di Sinistra Anticapitalista.
No commento

Lascia risposta

*

*