Non gliela diamo 12: Chirico –il centro storico più bello del mondo!

No militari in città, si a Massa Critica, il Referendum? ha perso la democrazia, più spazi ai cani. Per il Presidente della Municipalità 2 è giusto vincere

Il nostro programma elettorale è “quello che abbiamo fatto“, quello che potrebbe essere uno slogan è invece il pensiero di Francesco Chirico, giovane Presidente di una delle Municipalità più ambite d’Italia.

Ecologista della prima ora, animalista convinto, Il suo un comizio denso di libertà e voglia di continuare, ma solo perché è giusto.

A seguire il suo lungo ma esaudiente  comizio letterale per “CantoLibre””

chirico1 “So bene che la Municipalità che presiedo è la cartolina della città, quella più antica, ed è proprio per questo motivo che posso affermare che è più complicato lavorare in una Municipalità come questa piuttosto che in una di cosiddetta periferia,
i quartieri sono tanti, si comincia dalla stazione della circumvesuviana per arrivare ai terminal di funicolare e Cumana di MonteSanto.

Una Municipalità che ha un’incidenza residenziale che sfiora i centomila abitanti, a questi si devono aggiungere i pendolari, i turisti, i lavoratori e gli studenti che ogni giorno sono costretti per una ragione o un altra a riversarsi su questo territorio.

Non è facile, quando c’è da fare un lavoro, seppur di urgenza, lo si deve fare subito e bene, non ho possibilità di fare un rattoppo o una prima emergenza, il palato in una zona come questa è raffinato.

Nei nostri quartieri convivono tanti interessi e contraddizioni, il mio è l’unico centro storico, se non al mondo ma certamente in Europa a più alta incidenza residenziale, nelle altre città il Centro storico è sopratutto da visitare, ed è proprio per questo motivo che è riconosciuto dall Unesco patrimonio dell’umanità. un agglomerato di quartieri che vive di giorno e di notte, ove tutti hanno ragione e torto allo stesso tempo.

La movida ad esempio, non crediate sia facile far conciliare le necessità di commercianti e clienti, con quelli che vogliono la notte dormire e sono assaliti dalle musiche e dl rumore dei passanti occorre quindi trovare un modo per mediare tra le diverse necessità di libertà, quella del giusto riposo a quella altrettanto giusta di un corretto utilizzo del tempo libero e di momenti ludici.

chirico2Ma se Atene piange Sparta non ride, la movida non è solo un problema del centro storico, ma anche a Chiaja, il problema non è la movida in se, ma coloro che la usano per fini illeciti, per questo motivo ho chiesto al Prefetto un controllo sugli avventori al fine di allontanare i malintenzionati e proteggere le persone per bene, la presenza di persone negli spazi è di per se un fatto positivo se questi spazi sono vissuti correttamente.

Sono tantissime le attività che ogni giorno fioriscono nei nostri tanti quartieri, da quelle dei centri sociali, c’è il più alto numero di spazi autogestiti, penso all’Asilo, a Zero 81, a Santa Fede liberata al Filangieri, all’OPG, ai Banchi Nuovi, al Damm e altri.
So bene che la maggior parte degli aderenti di queste strutture non voteranno né me né altri, ma il loro voto non mi interessa , è importante i il patrimonio di iniziative che portano a me e alla città intera.

L’Amministrazione comunale nei riguardi loro è sempre stata attenta e io per primo ho sempre messo a disposizione le sale del Consiglio per le loro riunioni e assemblee, ammetto che ci siamo spesso confrontati e scontrati, ma una cosa è certa, ho e abbiamo battagliato perché in questi  luoghi si continui a lavorare e procedere in percorsi che hanno deciso di perseguire.

Non posso dire che abbiamo –caldeggiato- le loro, chiamiamole –occupazioni-, ma certamente li abbiamo supportati e se la maggioranza della città ci darà ragione continueremo a farlo.

Ho cercato di andare incontro a tante richieste che ogni giorno ci sono pervenute, ad esempio quelle degli animalisti, lasciando in gestione un’aiuola per lo sgambettio dei cani nei giardini di Santa Chiara, a tal proposito aggiungo che in questi giorni avremmo a disposizione 400mila euro per fare lavori che ripristino il Parco Viviani, allora i cani avranno uno spazio di circa 600 metri quadrati dedicato alle esigenze loro e dei padroni.

chirico 3Bello anche che tra poco, come in tante altre città sarà possibile salire sul campanile di Santa Chiara, non è mica stata cosa da poco… nei giardini di Santa Chiara abbiamo anche provveduto a sistemare un piccolo spazio per il divertimento dei bambini, tutto questo fa parte del progetto dell’Amministrazione Comunale denominato “adotta un aiuola” io ho recepito in pieno il messaggio e l’ho fatto mio.

Il mio Consiglio nel suo complesso è composto di brava gente e appassionata, si qualche delusione l’ho avuta, qualcuno non è stato sempre presente e attivo, ma ci può stare, nel complesso è un Consiglio abbastanza buono.

Il Referendum sulle trivelle nella mia municipalità ha portato risultati astensionistici che non mi aspettavo, io personalmente mi sono dato da fare, promuovendo iniziative e spendendomi a titolo personale e istituzionale, ma credo che la cosa più preoccupante sia stata la completa assenza dei giornali e televisioni, che hanno fatto un sistematico e scientifico silenzio sul valore reale di questo referendum, il vero perdente di questo Referendum è il pianeta informazione cosiddetta “ufficiale

Quello che è accaduto il 17 Aprile lo interpreto come un pericolo per la democrazia, non credo che l astensione forte sia dovuta ad una scelta politica, ma è frutto di una chiara volontà di chi era contro questo referendum e una possibile vittoria del SI.

Sono contrario alla militarizzazione del territorio, penso siano soldi buttati, i ragazzi militari arrivano da altre città e realtà, presi e lanciati in un territorio cui non conoscono né storia né bisogni, I militari nel centro storico hanno comunque un costo, sono convinto che quei soldi sarebbe stato meglio investirli per le forze dell’ordine, più personale, automobili o più benzina, che senso ha portare dei ragazzi senz’alcuna esperienza di ordine pubblico in un luogo come questo? Inorridisco al solo pensiero che causa la politica di tagli si stia pensando di chiudere un commissariato importante e nevralgico come quello di Montecalvario, per me questa è autentica follia.

Quando siamo arrivati in Municipalità abbiamo trovato qualcosa che fatiscente è una parola dal sapore dolce.
Causa la famosa “questione rifiuti” abbiamo trovato un degrado e una sporcizia da terzo mondo e oltre… un territorio deriso e i turisti apparivano sporadicamente come gli UFO,  basti pensare che alla Pignasecca da più di dieci anni la napoletana gas non riusciva a fare la manutenzione delle tubature, mica roba da poco, io non ho detto -domani si cominciano i lavori e basta-, ma abbiamo coinvolto in assemblee i cittadini e i commercianti, avvertendoli del disagio che i lavori avrebbero causato, opere che dovevano essere fatte, Ho sempre coinvolto tutto il territorio, voi direste, dal basso, per qualsiasi scelta portasse problematiche.

chirico4La raccolta differenziata è stata una pietra miliare cui tutti abbiamo beneficiato.
Abbiamo dato un taglio culturale alto, aderendo a tante manifestazioni, penso al Gay Pride.

Sono a favore delle richieste di Massa Critica, a istituzionalizzare le assemblee che nascono con l’adesione di comitati e cittadini, spero che il prossimo Consiglio Comunale prepari un nuovo statuto ove sarà possibile dare parola e decisioni alle logiche che provengono dal basso. Così ci sarebbe un contributo in più che riceverebbe la città per intero, anche se bisogna capire bene di chi sono poi le responsabilità civiche, per ora il responsabile è l’eletto.

Poi abbiamo una piaga secolare, cui io e l’Amministrazione siamo poco responsabili, quella dei trasporti, il Centro è autosufficiente, ad esempio, partendo da Piazza Dante si può andare in ogni dove, i trasporti funzionano, il problema è come venire in centro, questa è la sfida per i prossimi 5 anni, migliorare il trasporto pubblico e i parcheggi di interscambio. Dobbiamo però tener conto di alcuni fattori, soprattutto legati alla AMN e le partecipate, il blocco delle assunzioni e il pensionamento che avanza.

Bisognerebbe spiegare ai napoletani, il motivo per cui quando fu progettata la metropolitana è stato tanto investito in una tratta sotterranea da Piazza Municipio a Piazza Garibaldi,  quando, invece abbiamo al contrario un percorso naturale alla luce del sole che unisce le due piazze utilizzando la strada insita al porto, si sarebbero risparmiati milioni con la pala, ma sono scelte e progetti di tempi che ancora non ero maggiorenne e non ero abbastanza consapevole della mia città.

chirico 4Così come non ho capito perché non sono stati fatti parcheggi sotterranei nei pressi delle metropolitane, a cominciare da Piazza Dante.

Le Amministrative a Napoli? Io sono ottimista, insieme abbiamo messo a posto i conti, significa non avere più debiti, le imprese che lavorano per conto del Comune sono pagate nell’ambito di 30-90 giorni, il brend di Napoli è cambiato, se prima era camorra e spazzatura oggi abbiamo la produzione di film, di spot pubblicitari fatti da grandi marche come la Opel,  la calata dei turisti non solo nei periodi festivi, ma ogni giorno è incessante,se non nostri di chi sono questi meriti?

La nostra città era sulle pagine di tutto il mondo per la criminalità e la spazzatura oggi no, siamo ben oltre l’immaginabile, perché un napoletano dovrebbe avere questo istinto suicida di fermare e bloccare tutto questo?

Noi e il Sindaco abbiamo questo merito, ci presenteremo alle elezioni non tanto con le cose che promettiamo di fare, ma con le cose che abbiamo fatto. Punto e basta

 

“Non gliela diamo” precedenti allegati:

Presentazione

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo/

intervento di Vittorio Vasquez

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo-2-vittorio-vasquez-i-miei-distinguo/

Intervento di Mario Coppeto, Presidente Municipalità 5

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo-3-mario-coppeto-vomero-notte-volta-pagina/

intervento dello storico Giuseppe Aragno detto Geppino

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo-4-giuseppe-aragno-occorre-la-disobbedienza-civile/

Intervento del Musiocologo Carlo Faiello

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo-5-carlo-faiello-allargare-il-centro-della-citta/

Intervento del gruppo operaio E Zezi

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo-6-rua-portalba-de-magistris-come-berlinguer/

Intervento del Consiglere Pino De Stasio Municipalità 2

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo-7-pino-de-stasio-nulla-piu-a-sinistra-di-noi/

Intervento di Melinda Di Matteo Assessora Municipalità 2

http://www.cantolibre.it/melinda-di-matteo-la-bellezza-un-problema-di-classe/

Intervento di Elena Coccia Vice Sindaco città metropolitana

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo-9-elena-coccia-la-vittoria-e-certa/

Intervento dell’Assessore Sandro Fucito

http://www.cantolibre.it/non-gliela-diamo-10-fucito-la-vittoria-e-possibile/

 

Vincenza Muto

Appassionata di politica e comunicazione, antifascista e militante in diversi collettivi durante gli anni trascorsi alla facoltà di sociologia, mi sono sempre dedicata a tematiche sociali. Mi sono impegnata nelle battaglie per l’acqua pubblica, nella difesa della scuola pubblica, ho lottato per difendere l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, per i diritti civili e per l'autodeterminazione delle donne e in generale lotto per la difesa dei diritti della fasce più deboli della società.
Un commento

Risposta lasciata per Cancella risposta

*

*

  • Non gliela diamo – spot
    7 maggio 2016 at 16:09 - Reply