Nasce O.R.A. nel solco del GRIDAS

Prevenire il disagio psico-sociale valorizzando le capacità creative, riscoperta del valore degli oggetti e l’importanza del riutilizzo dei materiali

Sergio Denza fa il Tecnico della Riabilitazione Psichiatrica, ha lavorato nel settore presso una struttura di tipo convenzionale per oltre 20 anni. Un paio di anni fa la svolta: matura la convinzione che operare in un contesto strutturato con le modalità degli ultimi anni era diventato per lui inutilmente frustrante, soprattutto rispetto alle conoscenze ed alle consapevolezze acquisite negli anni, e per questo preferisce lasciare là il lavoro di  “cura” per dedicarsi alla prevenzione del disagio psichico: “Il nostro profilo professionale ci consente di operare nell’ambito della prevenzione”.
Sergio e Giovanna
Un campo difficilmente “spendibile”, essendo più “comodo” incentivare posti letto in ospedale piuttosto che investire sulla prevenzione, i posti letto sono un dato tangibile, la prevenzione si vede meno.
L’Officina del Riciclo Artistico opera nel contesto più ampio dell’Officina delle Culture “Gelsomina Verde”, progetto di riqualificazione attiva a Scampia, una struttura sottratta alla mafia, ex scuola chiusa per carenza di iscritti, diventata poi negli anni una piazza di spaccio. Oggi l’Officina delle Culture è in stretto contatto con la rete delle associazioni che si occupa della gestione dei beni confiscati ed ospita al suo interno tanti progetti ed associazioni che operano sul territorio.

Attraverso un protocollo d’intesa con O.R.A., patrocinato dal Comune di Napoli  l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”, ha portato sul territorio di Scampia il progetto “Benessere e salute mentale dei giovani”, che comprende uno sportello per l’ascolto del disagio giovanile.
O.R.A. è un progetto autofinanziato, uno spazio dove è possibile esercitare il FARE, la manualità, il progettare, o  anche il semplice chiacchierare all’interno di un gruppo che tecnicamente può essere chiamato “gruppo risorsa”. L’equivalente della famiglia di una volta, allargata dall’aggiunta dei cugini, gli zii ed i nonni. Oggi con la diffusione sempre maggiore della famiglia mononucleare,  è sempre più difficile, siamo tutti un po’ più soli, o meglio siamo tutti inseriti in un gruppo familiare sempre meno numeroso. Quindi se abbiamo bisogno di aiuto chiamiamo un amico, e questo amico fa parte del nostro gruppo “risorsa”.
Sega libriNumerose evidenze scientifiche ci dicono come il buon funzionamento del gruppo risorsa sia un ottimo predittivo per la cura e la prevenzione dell’insorgenza di tante malattie di tipo psichiatrico.

L’Officina del Riciclo Artistico oltre ad autofinanziarsi per la prevenzione, ha anche la possibilità di prendere in carico persone e gruppi che si trovano ad affrontare disagi di tipo psicosociale. Adolescenti, giovani adulti, anziani a contatto con la sofferenza di tipo psicologico, anche solo perché un amico ha avuto dei problemi, trovano in uno spazio non stigmatizzato dalla malattia mentale risposte e accoglienza.
Il lavoro, le attività d riciclo, il tempo passato insieme porta a condividere le proprie difficoltà con gli altri, la ricerca dei materiali permette di condividere le risorse della rete e trovare insieme soluzioni utili, ecologiche e vantaggiose per tutti.

La scelta di inserirsi in una struttura come quella di Officina delle culture “Gelsomina Verde” a Scampia, è stata dettata dalla dinamicità e dall’osmosi continua di realtà che si aggiungono o sostituiscono quelle che hanno raggiunto il loro agire, “la consapevolezza di utilizzare uno spazio destinato per il bene collettivo incentiva le buone prassi”.
Officina delle culture

L’officina del riciclo artistico collabora a pieno con il Carnevale del GRIDAS, GRuppo RIsveglio Dal Sonno che coinvolge le realtà sane di Scampia in un corteo festoso di carri e maschere che quest’anno,  per la 35esima volta, la domenica prima del martedì grasso dalla sua sede storica sfila attraverso gli enormi palazzi del quartiere.
Tutti invitati domenica 26, dalle 10.00 a Scampia in via Monterosa.
Mirella COP

 

 

Umberto Laperuta

LabManager Dipartimento di Biologia della Federico II. Presidente ODV "Noi&Piscinola", compagni di viaggio del Teatro Area Nord. Tutta la mia passione a sostegno del TAN, terzo teatro comunale di Napoli, unico centro culturale in tutta l'Area Nord della città. Aspettando i tempi della politica, intendiamo contribuire ad unire la città ed i suoi quartieri attraverso la promozione culturale ed artistica, pur consapevoli che: "Ad ogni problema complesso corrisponde una soluzione semplice..... ma è quasi sempre quella sbagliata!!
No commento

Lascia risposta

*

*