L’uomo è nato per stare solo, un universo di illusioni e delusioni

Viviamo di perenni illusioni che sfociano in delusioni. dagli immigrati a Regeni, dagli amici agli amori

Un universo pieno zeppo di uomini e donne illusi e poi delusi,

Camminiamo imperterriti verso la strada dei sogni, maciniamo kilometri in cerca della libertà e di qualcosa che ci faccia stare bene, viviamo in un Paese che da tante illusioni, crediamo di essere figli o figliastri del “sogno americano” poi ci svegliamo e scopriamo che ci siamo solo illusi, ci abbiamo creduto e ci sentiamo delusi.

Gli immigrati partono dalle loro case vendendo di tutto quanto racimolato nelle loro vite e quanto ricevuto da genitori e nonni, , poi finiscono nelle carceri o i campi di prigionia libici perché i benestanti europei vogliono prendere, o meglio, continuare a prendere ma non voglio dare, soffrono il male odore della fatica, dei sacrifici, il male odore delle ambizioni che devono svanire, il sogno non può essere africano, il sogno deve essere solo bianco, altrimenti puzza.

Crediamo di avere intorno persone che ci amano e s’interessano a noi, ma poi irrimediabilmente le perdiamo al primo cambio di vento, a noi interessa stare bene, se un’altro soffre che importa? ma il nostro senso di pudicizia ci fa comunque cercare scuse, meglio non ammettere quanto si è miserabili, e quindi l’altro forse non capisce, è un cretino, né vogliamo comprendee la sofferenza altrui, da dove nasce, perché cammina, importante è che siamo a posto noi.

Giorgio Gaber in una delle sue liriche affermava che l’uomo è nato per non essere solo, quanto è dolorosamente falso, al contrario l’uomo è fatto per stare solo, si  siamo soli, nessuno davvero si preoccupa dell’altro se non per qualche interesse, e allora scopriamo che di quanto sogniamo non c’è nulla, tutte illusioni finché non diventano delusioni.

Abbiamo pensato che l’Italia fosse un Paese che rispettasse se non i vivi almeno i morti, e allora quando abbiamo creduto di rompere i rapporti con l’Egitto perché ci hanno ammazzato Regeni, ci siamo illusi, ma poi siamo rimasti delusi, il Ministro Alfano ha in pratica detto che siamo addolorati per la brutta fine di questo bravo e studioso ragazzo, per poi scoprire che però i rapporti con l’Egitto sono “imprescindibili” e che quindi conviene per la vile moneta chiudere uno o certo tutti e due gli occhi, siamo rimasti delusi ancora.

Così quando restiamo delusi dall’abbanndono di un amico, di un amore di un progetto a cui tenevamo tanto, ci siamo illusi per poi restare delusi.

Impieghiamo tempo a illuderci per passare subito alla delusione, è il nostro percorso, la nostra vita, siamo nati per essere soli, il resto son tutte delusioni

 

 

No commento

Lascia risposta

*

*