La stagione dell’abbandono – il silenzio che circonda i lager canili-

Chi abbandona gli animali smarrisce anche la propria umanità. Abbandonati 50mila cani l’anno

“La vita in canile è simile a una prigione. Piano piano, tutto ciò che esiste fuori diventa sempre più sfocato e scompare. Ciò che resta è solo un cubo vuoto: il mio box.

Eppure c’è un lato aperto, dal quale si può osservare il cielo, le stelle. Quell’unico lato aperto mi ha tenuto in vita. Era tutto ciò che possedevo: una manciata di stelle: “

Una manciata di stelle di C. Vannini è uno dei tanti libri dedicati agli animali, per sensibilizzare gli animi e abbattere quel muro di silenzio che circonda i canili, o gran parte di essi.

cane1Ogni anno in Italia i cani abbandonati sono più di 50.000, nella maggior parte dei casi vengono investiti e sono causa di incidenti stradali, vagano per le strade e muoiono di fame e di sete, subiscono maltrattamenti, sono scacciati, evitati, trattati come invisibili, e, spesso avvelenati perché la loro presenza è fastidiosa.

In estate gli abbandoni raggiungono il picco più alto, per la partenza delle famiglie per le vacanze, quando l’animale diventa scomodo, e allora non ci si fa scrupoli a liberarsene come fosse un oggetto di troppo, una vecchia ciabatta o un oggetto rotto che non serve più.

Ma il fenomeno dell’abbandono non riguarda solo il periodo estivo, è una piaga culturale e sociale che denota crudeltà e ignoranza verso la sofferenza per le razze diverse da quella umana. E’ la conseguenza di scelte fatte con superficialità, sull’emozione del momento, spesso un cucciolo di cane viene regalato come fosse un giocattolo, senza pensare alle responsabilità che comporta. Un animale è una creatura bisognosa dicure ed attenzioni costanti, un cane è un impegno che bisogna assumersi per almeno 15- 16 anni,.

Le principali cause dell’abbandono sono i fattori economici, la casa troppo piccola o un trasloco improvviso, la nascita di un figlio, le cucciolate indesiderate (molti proprietari hanno ancora molta avversione verso la sterilizzazione) e la cattiva gestione ed educazione.

canileLa legge 281/1991 disciplina la tutela degli animali d’affezione, istituisce l’anagrafe canina e vieta la soppressione e l’impiego nella sperimentazione dei cani randagi. Dal 2005 è obbligatorio il microchip che sostituisce il tatuaggio.

Chiunque abbandoni un animale domestico, secondo l’art. 727 del codice penale, è punito con l’arresto fino ad un anno e con una multa fino a 10.000 euro.

Ma in realtà la legge viene applicata poco o niente.

I canili e i rifugi privati diventano posti, in cui molti cani trascorrono tutta la vita, soprattutto i cani anziani e quelli di grossa taglia. Inoltre negli anni si è creato, a opera di individui senza scrupoli, un vero e proprio affare nella detenzione dei rifugi, infatti il contributo per ogni cane arriva fino a 7 euro al giorno , per questo motivo nei canili lager i cani sono ammassati fino ad arrivare a situazioni ai limiti della crudeltà.

Grazie all’impegno costante di volontari animalisti, molte cose stanno cambiando, seppure lentamente. Il lavoro di uomini e donne uniti dall’amore verso i cani e gli animali in genere, le numerose campagne di sensibilizzazione contro l’abbandono cominciano a sortire il proprio effetto.

Cane-al-canileIl principale obiettivo è quello del reinserimento nelle famiglie, con adozioni più consapevoli e controlli pre e post affido , la promozione della cultura della sterilizzazione, anche con centri convenzionati con tariffe agevolate. I canili possono essere luoghi educativi per insegnare il corretto rapporto con gli animali ed è possibile impegnarsi anche con adozioni a distanza o dare una mano nei ritagli di tempo.

Infine anche le strutture si stanno adeguando, ci sono molti posti dove è possibile andare in vacanza con il proprio amico aquattro zampe, in montagna e al mare.

Anche al Sud ci sono sempre più posti accessibili ai cani.

E’ di qualche giorno fa la notizia che il Comune di Capaccio – Paestum ha individuato ben quattro spiagge dove poter portare senza problemi i cani. Su internet ci sono molti siti  dove è possibile trovare tutte le informazioni e gli alberghi accessibili

 

 

No commento

Lascia risposta

*

*