La fiaba di Felpuccetta Rossa

Biancaneve, i sette nani, Cenerentola, Hansel e Gretel, il direttore delle poste e una pensione da cancellare nella fiaba di Renato Genovese

Riceviamo e pubblichiamo diRenato Genovese

C’ era una volta una bambina, La nonna le aveva regalato una felpa con il cappuccio rosso durante i saldi in un centro commerciale, e da allora tutti la chiamarono felpuccetta rossa.

Un giorno la mamma le disse: Vai a portare la focaccia alla nonna, perché non sta bene, e se muore perdiamo la sua pensione .

La nonna di felpuccetta rossa, era stata direttrice di un ufficio postale, e quindi ogni mese riscuoteva più di 2000 euro di pensione perché era stata collocata a riposo nel lontano 1982, prima di tutte le riforme previdenziali che oggi mandano in pensione gli anziani con poco più di 400 euro al mese.

“Mi raccomando”- disse la mamma a felpuccetta e continuò “vai dritta dalla nonna e stai attenta alla focaccia, che con la recessione economica è un bene appetibile-appetitoso e non fermarti in giro come fai al solito, e fai attenzione al Direttore delle risorse umane che si nasconde nel bosco, ho sentito dire che quello, pur di eliminare gli esuberi ha offerto un incentivo all’ esodo al Lupo cattivo, e il lupo,  pare abbia accettato l’offerta, abbia incassato 20000 euro e si sia trasferito in città a fare l’ agente di borsa”.

“Non ti preoccupare mamma” disse felpuccina rossa-ho il telefonino quad band di ultima generazione, con il gps sempre acceso e connesso al mio social network. E si avvio lungo il sentiero. Il sentiero attraversava il bosco,e lungo il ciglio vi erano dei bei fiorellini.

Felpuccetta rossa si fermo a raccoglierli pensando tra sé e sé con quello che costano dal fioraio, ne prendo un pò qui e li porto alla nonna, hai visto mai che mi sgancia un centone?

Mentre raccoglieva i fiori ecco che da dietro un cespuglio spunta il Direttore delle risorse umane che si avvicinò e disse con voce suadente ”Dove vai? Cosa porti nel cestino? “ La bambina rispose “Vado dalla nonna e le porto un pezzo di focaccia che ha fatto la mia mamma” . Mhhhh- disse il direttore delle risorse umane ”facciamo una gara, io prendo il sentiero più lungo e tu quello più corto e vediamo chi arriva prima a casa della nonna?” OK –rispose felpuccetta rossa pensando con il mio gps arriverò certamente prima, e quindi vincerò la gara.

Il Direttore delle risorse umane salì a bordo della sua macchina superturbosprint, che aveva parcheggiato dietro un grande cespuglio, ed ovviamente arrivo per primo dalla nonna. Busso alla porta e la vecchina gli apri subito, con voce suadente, e sfruttando il suo passato di promotore finanziario, convinse la vecchina ad investire tutti i suoi risparmi in bond emessi dal governo di Tirana , confidandogli di aver avuto una soffiata da un suo cugino di Foggia ,circa l’ imminente ingresso dell’ Albania nell’ Euro, poiché i tecnici finanziari , e le agenzie di rating avevano dato la tripla A+ al governo albanese.

La vecchina, dopo aver firmato l’ ordine di acquisto accese la tv e scoprì in tempo reale che i titoli che aveva comprato erano diventati carta straccia, poiché erano crollati del 98% dopo una attenta verifica da parte sempre degli stessi tecnici finanziari e delle stesse agenzie di rating .

La vecchina svenne , ed allora il direttore delle risorse umane la nascose nell’ armadio e disse,- Ecco un altro taglio effettuato, ci siamo liberati di un’ altra fonte di costo, recuperando al tempo stesso gran parte delle somme indebitamente percepite, perché non è il caso di pagare sti cavoli di vecchi che non lavorano .Indossò la cuffia e la camicia da notte delle nonna e si mise nel letto.

Felpuccetta rossa arrivò, busso entrò e disse ”Nonna, sembra che tu abbia la barba” e il Direttore rispose, a noi anziani succede” ,“Ma nonna, che mani curate che hai”, per accarezzarti meglio” rispose Il simulatore, “Ma nonna”disse la bambina-che voce melliflua che hai! “ Per convincerti meglio rispose lui –convicermi di che ? domando felpuccetta.

Il direttore delle risorse umane si alzo, si tolse la cuffia e la camicia da notte in modo che felpuccetta potesse riconoscerlo.” Tu!- esclamò felpuccetta, “si io, rispose il direttore delle risorse umane- e sono qui a risolvere questa faccenda una volta per tutte, visto che quel deficiente di un lupo cattivo sono anni che ha collezionato soltanto fallimenti, sia con te ,che con i tre porcellini per questo lo abbiamo mandato via, , ci siamo accordati con una buonuscita di 20000 euro e in cambio lui rinuncia a qualsiasi azione legale per causa di servizio nei nostri confronti per gli sventramenti e le ingurgitazioni di pietre che gli ha fatto fare il cacciatore confederale .Questa volta abbiamo preso le nostre precauzioni, abbiamo bloccato i cacciatori confederali con una serie di discussioni lunghe , con continui rinvii ,promettendogli la costituzione di un organismo bilaterale permanente, quindi ora nessuno potrà fermarmi”.

La bambina lo guardò e gli chiese- ma perché ce la hai tanto con me?! Il Direttore rispose-”non ce la abbiamo con te in quanto tale, ma con te in quanto tu rappresenti un costo, un costo che non vogliamo più permetterci. Ti abbiamo proposto un part time verticale di 24 ore settimanali, lavoreresti soltanto nelle favole che le mamme raccontano ai bambini nel week end, ma tu, no, hai sempre rivendicato il tuo contratto full time stipulato due secoli fa direttamente con i fratelli Grimm, lo vuoi capire che sono passati due secoli! Che non siamo più nell’ ‘800, che a noi va bene una felpuccetta rossa interinale per le favole che solo alcune mamme ormai raccontano la sera ai loro bambini, visto che sono stanche dopo una giornata di lavoro precario e sottopagato. Lo vuoi capire o no che le tue colleghe Cenerentola e Biancaneve lavorano per noi da dieci anni con contratti a progetto rinnovabili? Lo vuoi capire o no che ai nani abbiamo portato via la miniera di diamanti con il risarcimento danni che il nostro ufficio legale ha ottenuto in tribunale in favore della matrigna di Biancaneve a causa della rovinosa caduta che gli procurarono i sei nani…”-”Scusa ma non erano sette?” chiese la bambina

“Si, erano sette, ma poi uno di loro, Stronzolo, preferì passare con noi, anziché emigrare con i suoi fratelli a lavorare nelle miniere in Belgio, non hai saputo che è anche diventato ministro?

Allora bambina firmami queste cazzo di dimissioni, prenditi la tua buonuscita, che poi magari fra tre mesi potremmo decidere di richiamarti se ti apri una partita iva.

Felpuccetta esplose in una sonora risata e continuando a ridere gli disse “Apri un po la porta, e vedi chi c’è fuori!”

Il direttore delle risorse umane aprì la porta e subito si trovò davanti i tre cacciatori confederali li affrontò sgomento urlando loro “e la bilateralità? e la concertazione?!!!” Il principale dei tre, quello più rappresentativo gli rispose,  “dopo ampie e ripetute sollecitazioni pervenuteci dalla base dei nostri rappresentati…”

Ma la folla lo interruppe, avanzò per prima Cenerentola che gli urlo a brutto muso-questo contratto a progetto te lo puoi ficcare nel culo, mi hai fatto lavorare peggio di quando vivevo con la matrigna e le sorellastre, hai approfittato come un verme del mio stato di bisogno in cui mi sono trovata dopo la separazione con il principe azzurro, quando ho scoperto che era gay e che aveva fatto tutta quella sceneggiata del ballo e della scarpetta per non fare outing con la sua famiglia, mi hai messo in questo progetto del cazzo, finanziato con soldi pubblici, dove per ogni favola in cui sono presente io prendo 0,75 cent. e tu 9 euro e 35.

Biancaneve disse ”Brava, anche a me è successa la stessa cosa, il principe mi ha mollata, i nani spariti, ma ora…”

All’ improvviso la folla si aprì, e comparvero i sei nani, che lo guardavano, brandendo i loro picconi, Cucciolo, il più piccolo, aveva imparato a parlare,e con un forte accento romagnolo disse “Oh ragassi che ne dite se ci becchiamo un’ altra condanna e un altro risarcimento danni, ora che abbiamo perso tutto possiamo permettercelo! Pollicino allora urlo a squarciagola, “Maledetto, io sono stato la prima vittima della recessione, a causa della crisi economica sono stato abbandonato di notte in una foresta,,e tu dove eri quando me la sono dovuta sbrigare da solo con l’orco? A goderti i tuoi premi di produzione? Hansel e Gretel dissero “la vecchia prima di crepare nel forno si rammaricava che del fatto che al suo prossimo scatto di carriera avrebbe diretto lei le risorse umane” .

”Cosa volete fare? “ Urlò il direttore delle risorse umane, io sono solo un esecutore di imput che mi vengono dall’ azionista di maggioranza, dal consiglio di amministrazione, l’ eversione anarco insurrezionalista è arrivata anche nel mondo delle fiabe? e allora  un bambino gli disse, “sei molto ben vestito, non come l’ imperatore che va in giro in mutande,ma sei azzimmato, non sei elegante!”

Felpuccetta rossa lo guardo in modo compassionevole vedendolo completamente frastornato, e gli disse : “Vedi , nelle favole c’ è sempre stato posto per tutti, per i buoni e per i cattivi,ma… per gli stronzi no!!!”

 

No commento

Lascia risposta

*

*