La città nuova è un calendario

Sabato 25 Novembre alla Domus Ars si parla di noi e della città che negli ultimi anni è diventata un labotatorio politico e culturale. Occasione per fare festa

Sabato 25 Novembre, come promettemmo nel Bar 7bello, a ottobre, CantoLibre, presenterà il calendario della città di Napoli.

Un calendario diverso, che non mostra le classiche immagini di una città fatta di Vesuvio e panorami mozzafiato, ma al contrario mette in mostra la voglia di fare, oltre che di avere.

Napoli, però è stata una città che caso unico nel Paese ha cambiato tanto e molto.

Come ha detto in una nostra intervista Erri de Lucacomunque la si vuole leggere in questa città c’è stato un cambiamento epocale al punto da diventare per tutto lo Stato una notevole anomalia.

A Napoli c’è accoglienza, c’è intelligenza, c’è preparazione al meglio, e si è creato un laboratorio che ha cambiato negli ultimi anni il corso delle cose che apparivano ferme, stantie, un aria di pulizia e di onestà dopo tanti anni di buio e di normalizzazione della non politica aperta ai cittadini”.

I dodici mesi sono stati disegnati dalla fantasia del Maestro Ferdinando Kaiser, che dopo aver terminato il suo lavoro di ferroviere alla circumvesuviana andando in pensione, è diventato il fotografo ufficiale di una città in continuo fermento.

Ma Sabato 25, oltre ad essere il giorno della presentazone ufficiale di questo lavoro che, racconta gli ultimi anni di questa città ci sarà, come giusto che sia, una grande bella festa, ove si canterà ballerà e parlerà come fosse un’incontro tra tanti amici.

É in corso la preparazione del casting della serata, che finora vede come partecipanti artisti come Maurizio Capone, che ha promesso un’esibizione con la sua scopa elettrica, Carlo Faiello che è nel tempo diventato il cantore della tamorra, nonché organizzatore insieme al Sindaco e all’Assessore Nino Daniele,  di una delle feste più belle che si svolgono ogni anno in città, “la notte della Tamorra” appuntamento fisso di Ferragosto poi, il gruppo teatrale che ripercorre le esperienze femministe, Riefole e’ viento, gruppo creato dalla fantasia della regista Anna Troise che ne cura i dialoghi. Adolfo Ferraro che riproporrà uno spettacolo che “ha scassato” le notti napoletane del centro storico negli anni a cavallo tra gli ’80 e ’90.

Uno spazio alla serata è dedicato alla tradizione partenopea grazie agli Argonauti, che racconteranno una particolare e inedita versione di una delle commedie più partecipative di Edoardo, così come sarà molto divertente lo spettacolo che vedrà esibirsi la Maestra Maria Grazia Altieri che come in una serata di vacanza proverà a convincere i partecipanti a ballare le danze classiche parteniopee. Ci sarà anche un momento di approfondimento tra “Arte e Scienza” curato dal nostro collaboratore Umberto Oreste che spiegherà come la scienza e l’arte possano convivere e condividere in questo mondo materialista.

Ma ci saranno anche momenti di riflessione e contiamo che la lista si allungherà.  È assicurato il divertimento e i momenti di condivisione su temi che purtroppo ci costingono a masticare amaro.

La festa sarà presentata e illustrata da uno dei nostri ultimi collaboratori arrivato in “CantoLibre” Pino De Stasio, che abbiamo scoperto tutti grande intrattenitore la notte del 5 Ottobre quando contribuì a aiutare il nostro blog a continuare la sua esperienza che era in serio pericolo

Siamo ancora in attesa di conferme da parte di artisti e politici che al momento non hanno assicurato la loro partecipazione, ma il solo fatto che ci stiano pensando è già tanto per noi.

Momenti di alta cultura ci saranno invece grazie al Maestro Franco Iavarone, al momento è certo solo una prosa del Faust, tratta dalla “Cantata dei pastori” rivistata ogni anno in questo stesso luogo nelle notti di Natale da Carlo Faiello, ma certamente regalerà qualche momento in più di spettacolo.

Contiamo tanto sulla partecipazione di tanti di voi e che nelle vostre case, grazie a questo bellissimo e rappresentativo calendario “CantoLibre” faccia il suo ingresso.

Nella pagina dell’evento

https://www.facebook.com/events/831338330370479/?active_tab=discussion

Ci sono i continui aggiornamenti, ma prima di Sabato (la festa comincerà alle 19.30),  pubblicheremo come sarà  nei dettagli.

Vi aspettiamo

 

6 Commenta questo articolo

Lascia risposta

*

*

  • DAL FORO ROMANO ALLA PIAZZA MEDIEVALE: UN INTRECCIO DIPINTO DA GIOTTO
    20 novembre 2017 at 9:55 - Reply

    […] Editoriale […]

  • La festa dell’albero e dell’ossigeno
    20 novembre 2017 at 20:48 - Reply

    […] Editoriale […]

  • CONTRO MOBBING E REPRESSIONE DEI DOCENTI “CONTRASTIVI”
    21 novembre 2017 at 1:08 - Reply

    […] Editoriale […]

  • CUCINA ANARCHICA, UNA RIVOLUZIONE IN ATTO
    22 novembre 2017 at 17:04 - Reply

    […] Editoriale […]

  • Napoli: il dissesto sarebbe una catastrofe
    22 novembre 2017 at 23:08 - Reply

    […] Editoriale […]

  • L’arte non tace davanti alla violenza contro le donne
    25 novembre 2017 at 15:32 - Reply

    […] Editoriale […]