Incontro-proiezione del film “BRUCIATE NAPOLI”

Presso la Sala Grande del PAN – Palazzo delle Arti di Napoli

Il giorno Giovedì 08 Settembre 2016 alle ore 18:00 si terrà laproiezione del film “BRUCIATE NAPOLI – La storia di una famiglia al centro del moto popolare delle 4 Giornate di Napoli”, di cui Arnaldo Delehaye è stato sceneggiatore e regista, il giorno Giovedì 08 Settembre 2016 alle 18:00, presso la Sala Grande (2° Piano) del PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, sito in Via dei Mille, 60 – I-80121 Napoli (NA), http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/16592, nell’ambito della Mostra “Napoli Expò Art POLIS – 2° Edizione 2016”, http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/30753, a cura di Daniela Wollmann, inserita nel Programma Ufficiale delle Manifestazioni “Estate a Napoli 2016 – Allo Zenit. Napoletani per  Costituzione”, http://www.comune.napoli.it/flex/cm/pages/ServeBLOB.php/L/IT/IDPagina/30414, del Comune di Napoli incentrate sul 70° anniversario della nascita della Repubblica Italiana.

 Bruciate Napoli foto di scena1 di Cristian GuettaSempre al PAN – Palazzo delle Arti di Napoli, nella Sala Video (2° Piano), sempre Giovedì 08 Settembre 2016 dalle ore 09:30 alle 19:30, in maniera continuata, saranno proiettati video dello Backstage del film “Bruciate Napoli”, interviste agli Attori, alla Troupe ed a Personaggi che hanno reso possibile questa avventura.

 La proiezione si terrà nella data evocativa dell’08 Settembre, giorno dell’entrata in vigore dell’Armistizio breve di Cassabile, che segna una dolorosa data nella Storia italiana, ma, anche, un punto di svolta da cui nacque la nostra Repubblica! Una data che vide lo sciogliersi delle Forze Armate dell’Italia del Ventennio e la ricostituzione di un Esercito di Liberazione che si battette per il Popolo ed il Territorio italiani!

Alla proiezione saranno presenti rappresentanti del Cast attori (Domenico Formato, ed altri) e della Troupe, nonché il regista e sceneggiatore Arnaldo Delehaye.

 Il film “Bruciate Napoli”, il cui titolo deriva da una frase di Adolf Hitler: «Ridurre Napoli in fango e cenere!» (riportata da: Università di Napoli, “L’Università di Napoli incendiata dai tedeschi: 12 settembre 1943”, Gaetano Macchiaroli Editore, Napoli, 1944, pag. 21), è ispirato da una storia vera e dal film “Le Quattro Giornate di Napoli” di Nanni Loy del 1962, ed è dedicato sia alle vittime delle Quattro Giornate di Napoli, sia al regista Nanni Loy, nel ventennale della sua scomparsa, che al Professore Luigi, protagonista del film.

Bruciate Napoli foto di scena3 di Cristian Guetta In un appartamento del Quartiere Vomero della Città di Napoli (nel Palazzo Pennarola, in Via Giovanni Merliani, 17, divenuto poi 19), alla fine di settembre 1943, durante le Quattro Giornate di Napoli, si intrecciano le storie (ispirate da storie realmente accadute) della Famiglia de: ‘o Professore Luigi (interpretato da Mariano Rigillo), di sua moglie Elena (Maria Rosaria Virgili) e del loro figlio Eduardo (Massimo Masiello), con quella di una di rifugiati politici antifascisti: Davide (Patrizio Rispo), sua moglie Eva (Lucianna De Falco) e la loro figlia Alessandra (Maria Angela Robustelli), che sono da loro ospitati clandestinamente. Altri personaggi dell’appartamento e del condominio: la portiera Nunziatina (Nunzia Schiano), la cameriera Celestina (Anna Capasso), l’Appuntato dei Carabinieri Francesco Russo (Luca Gallone), l’Agente statunitense Fred Mayer (Luca Maggiore), il Capofabbricato (Mario Porfito), il Maggiore tedesco Hugo Sakau (Renato De Rienzo), il frate Padre Francesco (Sergio Savastano), alcuni insorti (Luca Napolano, Ernesto Cataldo, Daniele Napoleone, …), ed altri condomini (Fulvio Pastore, Riccardo Canessa, …), una ragazza isterica (Rosaria Clelia Niola), la vedova madre di Andrea (Marianna Robustelli), l’amante del Capofabbricato Anna (Silvia Siravo), il prigioniero tedesco (Sergio Campese), la volontaria della Croce Rossa (Serena Albano) e tanti altri personaggi (68 tra attori & comparse)… sono coinvolti in fatti ed accadimenti che hanno quell’appartamento come trait d’union.

Bruciate Napoli foto di scena2 di Cristian GuettaDue camei sono interpretati dall’anziana signora (Anna Teresa Rossini) e dall’insorto (Domenico Formato, che impersonò lo scugnizzo dodicenne M.O.V.M. Gennarino Capuozzo protagonista nello storico film “Le Quattro Giornate di Napoli” di Nanni Loy del 1962!!!).

La guerra, le difficoltà di una vita “normale”, gli amori, le passioni, i ricordi, i ragionamenti, gli ideali, l’attesa, il non volersi sottomettere alla violenza, il ribellarsi: una visione intimista di quei terribili giorni.

 

Il film “Bruciate Napoli” ha avuto concessi i seguenti Patrocini:

  • Comando Generale dell’Arma dei Carabinieri (Roma);
  • Comune di Napoli (Napoli);
  • Comune di Apollosa (Benevento);
  • I.C.S.R. – Istituto Campano per la Storia della Resistenza, dell’Antifascismo e dell’Età Contemporanea “Vera Lombardi” (Napoli);
  • A.N.P.I. – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia – Comitato Provinciale di Napoli (Napoli);
  • Accademia di Belle Arti di Napoli (Napoli);

e la fattiva collaborazione ed adesione di:

  • Assessorato alla Cultura e Turismo del Comune di Napoli, nella persona dell’Assessore Nino Daniele;
  • 5a Municipalità Arenella-Vomero del Comune di Napoli, nella persona del Presidente pro-tempore Mario Coppeto.

La Troupe è composta da:

  • Regista: Arnaldo Delehaye
  • Sceneggiatori: Arnaldo Delehaye & Ettore Zito
  • Produttore Esecutivo: Elena Trinchera
  • Direttore di Produzione: Vincenzo Delehaye
  • Direttore della Fotografia: Ettore Zito (A.I.C.–Imago)
  • Scenografi: Francesco Davide & Renato Delehaye (Davide & Delehaye Scenic Art S.n.c.)
  • Costumista: Rossana Cifariello
  • Capo truccatore: Damiano Pinna
  • Capo parrucchiere: Ciro Della Ragione
  • Montatore: Luigi Mezza
  • Musiche originali di: Antonello Guetta & Tony Iglio
  • Canzoni di: Peppe Corsale / Rodolfo Fiorillo, cantata da Mariella Fiorillo e di Rodolfo Fiorillo & Armando Ambrosino / Rodolfo Fiorillo, cantata da Rodolfo Fiorillo

Il film “Bruciate Napoli” nella finzione filmica si svolge in Via Domenico Merliani, 17 nel Quartiere Vomero di Napoli, mentre il set cinematografico è stato tra Via del Parco Margherita, 23 e Via San Pasquale, 48 nel Quartiere Chiaia di Napoli.

BN8sett

Per essere più informati riguardo il film “Bruciate Napoli” sono a disposizione i seguenti:

  • Canale di YouTube: https://www.youtube.com/playlist?list=PLSzjK2SbpG-SgAC7S_BCUKtT5WChAlqk0
  • Pagina 1 di Facebook: https://www.facebook.com/groups/906886036048298/?fref=ts
  • Pagina 2 di Facebook: https://www.facebook.com/Bruciate-napoli-427178080805570/?fref=ts

nelle pagine FB ci sono centinaia di foto del set, sia pre che durante le riprese, mentre in quella YT oltre a video della conferenza di presentazione ed interviste ci sono anche molti videoclip di backstage…

– foto di Cristian Guetta

No commento

Lascia risposta

*

*