IL CARO PREZZO DELLA CIVILTA’…

La folle notte di San Silvestro a Colonia. Solo bande di delinquenti indipendentemente da etnia e cultura

In Germania si sono svolte a fine anno le prove di occupazione del territorio e installazione della
sharja” e adesso le donne tedesche possono comprendere che il comportamento e l’abbigliamento delle donne nei paesi di provenienza dei “profughi” forse non è sempre una libera scelta.
Il velo, la sottomissione delle donne, la lapidazione e le violenze psicologiche e corporali sono parte della vita quotidiana in determinati paesi, dove vengono tollerati comportamenti criminali nei confronti di donne che vengono violentate e sfigurate con l’acido in una totale immunità,che copre i colpevoli spesso in ragione di usi e costumi più o meno religiosi.

lapidazioneQuello che è successo a Colonia e in altre città tedesche, il simultaneo attacco di bande di “stranieri” nei confronti di ragazze, donne che uscivano in una serata di festa per divertirsi con amici e amiche, normalmente, come si fa nei paesi cosiddetti civili, allegre e spensierate…non è successo per caso, come qualcuno cerca di minimizzare, è stato organizzato e coordinato con una regia scientifica di tipo militare.

Il test è riuscito in pieno, si è visto che le forze dell’ordine tedesche, e probabilmente tutte quelle europee, sono del tutto impreparate ad affrontare un attacco di centinaia di bande che si muovono a “pelle di leopardo” (nota tecnica di guerriglia urbana) per ora ancora disarmate…ma fino a quando?
La verità è che non siamo preparati ad affrontare questo pericolo, i profughi vengono usati come un cavallo di troia e noi spalanchiamo le porte come i troiani…faremo la stessa fine?

Noi vogliamo essere buoni, accoglienti, prodighi nei confronti dei nostri fratelli bisognosi ed è giusto comportarsi così con chi fugge dalle guerre e dalle stragi; ma, se non è già troppo tardi, dobbiamo prepararci a difendere le nostre famiglie, le nostre donne e i nostri figli.

colonia2La nostra civiltà è in pericolo, la pace conquistata col sangue dei nostri martiri e la ricostruzione realizzata dai nostri padri dopo la grande guerra; tutto questo potrebbe essere distrutto dalla politica delle porte aperte a tutti, indifferentemente e indiscriminatamente.
Le destre diventano sempre più forti e troveranno sempre più consenso gli estremismi razzisti da cui nacque la seconda guerra mondiale; che si può e deve fare?
Gestire la situazione con fermezza, accogliere solo le famiglie, non sappiamo se gli uomini che arrivano soli sono ladri, assassini o terroristi e allora, Colonia docet, non devono entrare in Europa perché non siamo in grado di gestirli, non ne abbiamo la forza. gli uomini che arrivano soli sono i più forti e determinati e probabilmente hanno sopraffatto i più deboli per arrivare, per passare avanti a donne e bambini e quando entrano questi in Europa può succedere quello che è avvenuto in Germania e Francia.
Se vogliamo,  scomparire…insistiamo nel minimizzare e facciamo finta di non vedere…

Un commento

Lascia risposta

*

*

  • Amilcare
    26 luglio 2016 at 18:29 - Reply

    Articolo freddo ed analitico…strano che mi sia sfuggito fino ad oggi…forse la data e’ sbagliata(possibile gennaio??) comunque se veramente e’ di gennaio(impropabile) sembra una premonizione…con diversi errori…(o tagli?