HAPPY BIRTHDAY NAPOLI ! ! !

E domani sono 2492 le candeline che spegne la città! Auguri a tutti noi

Fu il 21 dicembre del 475 a. C. che il cumano Ileotimo fondò Neapolis. Lo racconta il filosofo peripatetico Dicearco di Messina, vissuto nel IV sec. a. C:

“Nell’ inverno del primo anno della settantasettesima Olimpiade, al cominciare del giorno nel quale il sole, sorgendo, irradia dal punto dell’orizzonte più vicino al mezzogiorno, essendo stati assoggettati alla giurisdizione cumana gli abitanti di Partenope, noi cittadini e soldati di Cuma, sotto la guida del nobile e saggio Ileotimo, figlio di Timanore, esperto nella sapienza di Pitagora, abbiamo risalito all’alba il sovrastante colle fino alla sua vetta, allo scopo di prendere gli auspici per la fondazione di una nuova città in un sito più ampio ed agevole di quello che chiamano Euploia, ove è ristretto l’abitato di Partenope”.

Dunque nel 475 i cumani decidono di fondare una nuova città in un sito più ampio di quello di Partenope (l’attuale Pizzofalcone) ed all’alba del solstizio di inverno un manipolo di soldati cumani guidato dal pitagorico Ileone, si reca sulla sommità del colle più alto, si affaccia ad oriente (dove oggi è la balconata di San Martino) e individua i punti delimitanti il perimetro della nuova città, cioè nea polis.

Complessi calcoli astronomici, in base alla numerologia pitagorica e che tennero conto della linea equinoziale, della linea EST-OVEST e della posizione della città di Partenope, determinarono la posizione dove affondare il vomere dell’aratro per scavare la linea di costruzione della cinta muraria.

Sono passati 2492 anni, (non considerando l’anno zero) e Napoli ne ha viste di tutti i colori, ma girando tra i decumani che, con precisione matematica, sono le linee individuate dalla saggezza pitagorica, pensiamo che quel 21 dicembre Ileotimo ebbe una buona idea

Umberto Oreste Sinistra Anticapitalista

Biochimico attualmente in pensione. In passato ha lavorato presso istituti universitari e del CNR. Tra i suoi interessi scientifici l’evoluzione delle molecole immunitarie, l’adattamento degli animali marini alle variazioni ambientali. Ha collaborato con strutture di ricerca estere ed è autore di numerosi articoli su riviste scientifiche internazionali. Partecipa all’attività politica di Sinistra Anticapitalista.
No commento

Lascia risposta

*

*