Governi sicuritari, disastri ambientali, conflitti territoriali

Un territorio martoriato ove la popolazione non ha nessuna voce in capitolo, se ne parla a Santa Fede il 1 Giugno

In occasione dell’uscita dei libri “Governance of Security and IgnoredInsecurities in Contemporary Europe, a cura di Salvatore Palidda, (Routledge, 2016) e “Lasciar Morire. Burocrazie minime, ambiente, territorio e lavoro in Sicilia” (Mimesis, 2016), di Tindaro Bellinvia,  l’Urit – Unità di ricerca sulle topografie sociali promuove un confronto sul tema  “Governi sicuritari, disastri ambientali e conflitti territoriali” che si svolgerà il 1 giugno presso il complesso di Santa Fede Liberata nel cuore del centro storico di Napoli.

locandina_oSecondo Fabrizio Greco ricercatore Urit il contributo dei due ricercatori è importante in un periodo in cui i territori sono governati da commissari, in deroga a poteri speciali, con la scusa delle emergenze, come nel periodo della crisi dei rifiuti o come a Bagnoli, dove il territorio continua ad essere martoriato da scelte verticistiche e antidemocratiche che si abbattono sulla popolazione locale che non ha alcuna voce in capitolo.

Così come le grandi opere sono decise dall’alto creando distruzione paesaggistica, ambientale, producendo la massimizzazione dei profitti per pochi a scapito dei diritti della collettività, i governi producono misure restrittive alle libertà collettive al fine di ridurre la possibilità di conflitti e dissenso. Il decreto Minniti, per ultimo, consacra questa prassi, con l’introduzione del Daspo urbano, misura inaccettabile e su cui i movimenti di lotta di varie città stanno denunciando la portata autoritaria e repressiva che colpisce, insieme al dissenso,  le fasce deboli colpite dalle crisi degli ultimi anni.

Oltre agli autori dei due libri si confronteranno sociologi e ricercatori che hanno condotto i propri studi e ricerche sui sistemi di governamentalità nel tardo liberismo, come Antonello Petrillo, sociologo e curatore di Biopolitica di un rifiuto. Rivolte anti-discarica a Napoli e in Campania e, il più recente, Il silenzio della polvere. Capitale, verità e morte in una storia meridionale di amiantoEnzo Vinicio Alliegro, dell’Università  Federico II e autore de Il totem nero. Petrolio, sviluppo e conflitti in BasilicataGennaro Avallone, dell’Università di Salerno autore di testi su migrazione, razzismo e prospettiva decoloniale. Tra i relatori anche Antonio Marfella e Franco Ortolani, rispettivamente medico e geologo che da anni hanno messo le loro conoscenze e competenze a servizio delle lotte per l’ambiente  e a tutela della salute. L’incontro si arricchisce con la presenza di Lucia Vastano, co-regista del film documentario I Vajont che sarà proiettato a termine dell’iniziativa.

santa fedeIl dibattito sarà moderato dalla ricercatrice dell’Università Suor Orsola Benincasa, Stefania Ferraro, che da poco ha pubblicato un interessante testo dal titolo La semimbecille e altre storie. Biografie di una follia e miseria: per una topografia dell’inadeguato.

Si è scelto Santa Fede Liberata, come sede di questo incontro perché è un luogo dove avvengono iniziative in sintonia con le ricerche portate avanti dai relatori presenti in questa giornata, in riferimento proprio a quelle organizzate dal Presidio di salute solidale del Centro Storico o come gli incontri degli spazi liberati in città. Sarà importante anche la presenza dei movimenti di lotta di Napoli, che promuovono pratiche di mutuo soccorso, con cui si ha voglia di interagire per la costruzione di saperi che nascono dal basso e dalle battaglie sui territori in difesa dei diritti collettivi.

Programma

ore 16:00 intervengono:

Salvatore Palidda – Governance of Security and IgnoredInsecurities in Contemporary Europe,

Tindaro Bellinvia – Autore di Lasciar morire. Burocrazie minime, ambiente, territorio e lavoro in Sicilia;

Antonello Petrillo – Università degli Studi Suor Orsola Benincasa;

Enzo Vinicio Alliegro –  Università degli Studi di Napoli Federico II;

Gennaro Avallone – Università di Salerno;

Antonio Marfella – Medico IRCCS Fondazione Sen. G. Pascale;

Franco Ortolani – Università degli Studi di Napoli Federico II;

Lucia Vastano – Regista I Vajont

 

Modera Stefania Ferraro – Università degli Studi Suor Orsola Benincasa

 

Proiezione ore 20:00:

i Vajont, (2016), min 70’.

No commento

Lascia risposta

*

*