Economia dei consumi…e della distruzione. Tra i poveri anche cani e gatti

Tutto finalizzato al danaro. il calvario degli animali domestici. la legge del ritorno economico

Siamo preda delle multinazionali che dirigono le politiche economiche degli stati tramite politici che diventano come burattini manovrati da “MANGIAFUOCO”…
Una volta non esisteva la globalizzazione, gli scienziati facevano ricerca ed inventavano unicamente per passione e per migliorare la qualità della vita dell’umanità.

Oggi si investe nella ricerca solo se esiste una prospettiva di ritorno economico rispetto all’importo investito, praticamente, se non ci sta guadagno niente da fare… le case farmaceutiche valutano prima il possibile incremento del capitale investito e, se interessante, iniziano la ricerca per produrre un nuovo medicinale e, forse, qualcuno calcola pure se una certa malattia conviene curarla portando il malato alla guarigione oppure sia molto più profittevole mantenere il consumatore di farmaci nello stato di malattia e quindi garantirsi un introito costante nel tempo.

farmaciNessuno si chiede per quale motivo spesso vengono prescritti determinati farmaci e non altri magari più economici?
Anche gli animali domestici sono entrati nel sistema dei consumi…cani e gatti vengono rimpinzati di biscottini e croccantini che possono contenere qualsiasi cosa, senza controllo alcuno, visto che si tratta di animali, possono tranquillamente diventare
dipendenti da determinati alimenti…come drogati del croccantino/biscottino…

Gli animali vengono acquistati, quindi si va dal veterinario che consiglia come alimentare il cucciolo, per farlo crescere sano e forte a volte indica anche le marche “migliori” da acquistare… poi iniziano i disturbi all’apparato digerente e il cucciolo ritorna dal veterinario che prescrive la medicina per la cura… così inizia il calvario del povero animale e di coloro che si sono ormai affezionati alla bestiola e che sono quindi disponibili a spendere per cure e, spesso, operazioni nella remota speranza che l’amato “amico dell’uomo” possa guarire…poi, tristemente, si passa al business del “caro estinto” con tanto di cerimonia e cimitero degli animali.

Funny cat in the store

funny cat

Quindi, gli animali domestici sono entrati nella società dei consumi e vengono letteralmente consumati dalla razza umana che li alleva, li cresce, li vende e poi li fa sterilizzare e li avvelena facendoli morire lentamente guadagnando in ogni momento del circuito mortale in cui le bestiole sono intrappolate dalla nascita…tutto per amore,come dicono le campagne pubblicitarie…

Gli esseri umani invece cercano di combattere prima di soccombere; da esseri ragionevoli, si pongono delle domande, operano delle scelte alcuni non accettano passivamente le imposizioni del sistema.
E allora cosa succede? Selezione della razza umana, i ricchi mangiano bene e se capita che si ammalano, si curano bene perché possono spendere. I poveri, e tutti stiamo diventando sempre più poveri, sono costretti ad alimentarsi con cibi contaminati, conservati in recipienti cancerogeni, a bere acqua inquinata e a respirare aria avvelenata…però si muore lentamente, senza scossoni, quindi cerchiamo di distrarre la mente da pensieri nefasti e ci tuffiamo nei last minute, nelle novità tecnologiche, nel
divertimento usa e getta…tutto, pur di non pensare…

No commento

Lascia risposta

*

*