Dopo la Pop Art, ecco a voi, direttamente da Firenze, la CacArt!

Dopo la "Merda d'artista" di Manzoni, nella città d'arte più famosa al mondo siamo giunti alla "summa defecatio" di una intera città!

Riceviamo e pubblichiamo di Sergio Valentino

Complimenti! Evidentemente serve a valorizzare ulteriormente le altre sculture presenti in piazza, ove mai ve ne fosse stato il “bisogno”. Di certo, è il frutto di un’epoca. “L’arte all’epoca di Renzi“. Sembra un buon titolo per un trattato di Sgarbi.

A Napoli, almeno, le cacche dei cani sono disseminate lungo tutti i marciapiedi.

I nostri cani sono più artisti di questo cane di artista. Per giunta, per fare slalom fra le cacche, si risparmia sulla palestra, e apprendi pure i balli latino americani mentre vai a fare la spesa!

Da oggi, chiunque si lamenti di un padrone che non raccolga le deiezioni del suo cane, dovrà sentirsi rispondere: “Ma signora, mi meraviglio di Lei: questa è un’opera d’arte!” … E io che, quando vado in bagno, poi tiro lo sciacquone…che stupido!

No commento

Lascia risposta

*

*