Dateci un Robin Hood

Tasse chiamano tasse. Ma realmente a chi e a che servono?

Siamo circondati dai cloni dello Sceriffo di Sherwood che ci continuano a spremere come il classico limone, ci martellano con la solita canzone che “le tasse vanno pagate” per il bene della comunità’ che trae benefici e assistenza dalle amministrazioni, che ridistribuiscono in servizi il corrispettivo incassato.
La comunità’ (cioe’ noi…) deve anche avere pazienza e collaborare con atti di volontariato e spesso eroismo per aiutare Stato, Regioni, Province, Comuni e tutte le istituzioni che, seppur pagate, spesso non riescono a fornire servizi qualitativamente corrispondenti alle tasse incassate.

La voracità’ delle istituzioni non ha limite, i comuni aumentano le tasse sui rifiuti e i cassonetti sono sempre stracolmi,  novità’ sugli autovelox (Attenzione!!!) i comuni per fare cassa hanno pensato bene di abbassare il limite massimo di velocità’ appena inizia un rettilineo dove e’ consentito il sorpasso e naturalmente su quel tratto si trova il “registratore di cassa” il micidiale autovelox . In pratica, dove e’ vietato il sorpasso il limite e’ di 80km e appena inizia il rettilineo dove si può’ superare l’autotreno che abbiamo davanti da chilometri il limite scende a 60km…geniale!

tasseLe strade sono piene di buche che danneggiano le auto e possono provocare incidenti e i marciapiedi sono senza manutenzione, un pericolo per tutti, ma soprattutto per gli anziani…e si potrebbe andare avanti a lungo su tutto quello che non ci danno e che ci spetta perché abbiamo pagato e continueremo a pagare.

Se qualcosa funziona bene e se ne mena vanto, come spesso succede al “capetto” sia chiaro che non e’ una cosa eccezionale…la normalità’ non deve essere eccezione!
Gli sceriffi ci dicono sempre che “mancano le risorse” e poi vediamo fiumi di danaro spesi in rotonde stradali (spesso inutili) e opere ciclopiche incompiute che arricchiscono le famiglie degli sceriffi e anche quelle mafiose, spesso sono la stessa cosa.

Il Parlamento chiude e gli onorevoli vanno, giustamente, in ferie, nonostante usufruiscano di una settimana corta, quando lavorano; a cascata tutto l’apparato statale si godrà’ il meritato riposo e noi aspettiamo invano che il nostro Robin Hood faccia visita ad ogni malfattore in vacanza,ovunque si trovi, e prenda da ognuno di loro la meta’ delle gabelle estorte, non per darle a noi, ma per spenderle veramente per la comunità’…

Solo la meta’ perché noi siamo umani e di cuore buono…vogliamo vivere in pace e dignitosamente

No commento

Lascia risposta

*

*