Come e dove vincerà de Magistris

Pubblichiamo il dettaglio dell'inchiesta da noi pubblicata la notte del 16 Febbraio

Nell’edizione di oggi del “Il Mattino” si offre un sondaggio effettuato da “Euromedia” siamo contenti nel constatare che anche quest’anno i risultati di grandi istituti di sondaggio portino più o meno i nostri risultati, noi abbiamo speso 200 Euro.

http://www.cantolibre.it/inchiesta-cantolibre-de-magistris-sara-ancora-sindaco/

È stato un gioco divertente, abbiamo conosciuto e ci siamo fatti conoscere da tanta gente, quello effettuato non ha pretese scientifiche. Come abbiamo detto, lo scorso anno il nostro gioco fu distante dal sondaggio del Sole 24 ore di solo un punto, eppure noi non abbiamo la forza scientifica dell’Istituto che svolse le indagini demoscopiche, né i loro guadagni, non sappiamo quanto abbiano speso quelli del Sole 24 ore per quello studio che era lontano da noi solo di un punto, in verità meno, lo 0,8%, sappiamo però che a noi è venuto a costare meno di 200 euro, tra trasporti, benzina e qualche tramezzino, in alcuni casi, come a Bagnoli siamo stati ospitati in pizzeria, così come a Secondigliano dove in u Bar ci hanno offerto anche una speciale pasta e patate.

Foto Mauro Scrobogna /LaPresse30-05-2011 NapoliPoliticaElezioni Comunali - festeggiamenti vittoria De MagistrisNella foto: Luigi de Magistris festeggia con i suoi sostenitori l'elezione a sindaco di NapoliPhoto Mauro Scrobogna /LaPresse30-05-2011 NaplesPoliticsLocal Council Elections - de Magistris's election comiteeIn the picture: Luigi de Magistris celebrates with his supporters his vicory as Major of Naples

È un gioco che merita rispetto per il suo curriculum, le modalità le abbiamo spiegate ieri, ora entriamo un po’ nel dettaglio.

360 persone hanno risposto, in verità ne abbiamo contattate 24 in più ma hanno preferito non partecipare, e, non erano ammessi non so o proposte di astensione, un caso strano, tra coloro che non  hanno risposto c’è un commerciante anche Consigliere Municipale di maggioranza della 2 Municipalità, forse spinto dal desiderio di non inquinare l’inchiesta con una “non partecipazione” all’inglese.

Dei 360 che hanno risposto ben 211 confermerebbero il Sindaco, e in 149 lo manderebbero all’opposizione.

Sempre analizzando scopriamo che la domanda era secca, un referendum, il Sindaco contro tutti, infatti, quei 149 no, bisogna spartirli tra i concorrenti del Sindaco, non sono nè di Lettieri, né di Bassolino, ma sono di tutti gli oppositori, fossero così le cose il Sindaco comunque ha la certezza di essere eletto all’eventuale ballottaggio. Diversa la risposta sull’azione della giunta, 182 a favore il resto contro, o meglio …non soddisfatta.

La cosa che più di tutti ci ha colpito che i sentimenti nei riguardi del Sig. de Magistris non ammettono mezze misure, o c’è rabbia o dolcezza, o lo si ama o lo si odia, sentimenti netti, decisi senza possibilità di mediazione.

Per ogni municipalità sono stati intervistati 6 commercianti, e altrettanti, giovani lavoratori o studenti, pensionati, titolari di partita Iva, disoccupati e i cosiddetti ultimi, coloro che vivono la strada, che chiedono elemosina, , e vivono di stenti. È, quest’ultima,  la categoria che maggiormente non ha voluto rispondere, in 11 per precisione.

Il Sindaco ha il favore dei pensionati, studenti, disoccupati e giovani, gli sono decisamente contro i commercianti e i liberi professionisti, per commercianti intendiamo bar, ristoranti, abbigliamento, elettricità, e altri che abbiano un negozio fronte strada, per i liberi professionisti a commercialisti, dentisti, estetisti, promotori finanziari e chiunque altro abbia una partita Iva, anche tre artisti di strada.

kaise2Quella tra i senza tetto è stata un’odissea, alcuni non sapevano neanche chi fosse il Sindaco e lo confondono con il Capo della Polizia, è la tristezza di vivere per la strada, tra le intervistate anche due prostitute, le abbiamo inserite tra le libere professioniste, per  dovere di cronaca entrambe hanno affermato di non gradire questo Sindaco, una ha aggiunto perché troppo poliziotto e ha riempito Napoli di Polizia.

Le donne intervistate sono state 160, gli uomini 200, in entrambi i casi confermano in maggioranza la fiducia al Sindaco, però di più gli uomini.

Studiando invece i quartieri, non è neanche vero che le periferie l’ abbiano abbandonato, anzi… però la Municipalità che più di tutte lo ama è la 10 Fuorigrotta Bagnoli, 29 su 36, a seguire la 2 a 26 e la 5 di Mario Coppeto a 22, colpisce il dato della Municipalità 9, i si per il Sindaco son stati 22, rispetto all’anno scorso ha guadagnato 8 punti, era tra gli anelli deboli.

Contro al Sindaco ci sono decisamente i Commerciati, oltre la metà degli intervistati lo scarica, e come fosse una corporazione anche nei suggerimenti al Sindaco hanno lo stesso copione, “più attenzione per l commercio”

kaiser10Quella della libera opinione ci ha dato il valore di quali problemi la città avverte, ma anche quì è difficile da decifrare, chi gli ha votato a favore scrive di insistere, di essere grande ,di tenere duro su Bagnoli o cose simili, dichiarazioni d’amore più che consigli, mentre chi non gli è a favore ha tirato fuori i denti, oltre la maggiore attenzione per il commercio,  anche un trasporto urbano più efficiente, che si dia l’acqua gratis ai cittadini, lo hanno scritto in 21, grande plauso per la dichiarata abolizione di equitalia, (16), la realizzazione di un albergo per i poveri a dimensione umana e non carceraria (10) , sono quasi del tutto scomparse le richieste di fare qualcosa di più per il turismo e solo in quattro si lamentano della spazzatura, un commerciante del Vomero avverte che la riscossone dei rifiuti è ingiusta “io getto un po’ di carta ogni giorno e pago quanto il mio vicino fruttivendolo che riempie due o tre cassonetti”.  Ma quattro segnalazioni son davvero poche, per di più una è di carattere burocratico, ma nessuno ha detto che Napoli sia sporca! E’come se si fosse del tutto dimenticato il problema, per precisione va detto che il dilemma spazzatura è stato posto da un commerciante di Fuorigrotta nei pressi del Mercatino rionale, nella Piazza di Pianura da uno studente, da una mamma di Piscinola intervistata all’Uscita di scuola, al primo posto dei suggerimenti in entrambi gli schieramenti c’è la costruzione di lavoro per tutti, giovani e meno, (75), è senza’altro il problema più sentito dai cittadini. Torna alla ribalta il bisogno case, 59 chiedono la costruzione di alloggi popolari.

Dai suggerimenti quindi notiamo che sono uscite di scena due forti richieste, la spazzatura (4) e il turismo e cultura (10).

kaiser11Abbiamo avuto anche consigli  bizzarri che vale la pena di sottolineare, un ristoratore di Via dei Mille consiglia al Sindaco di fare un altro figlio per starsene così un po’ a casa, meno apparizioni pubbliche e più ufficio, oppure la costituzione di un albo partenopeo dei senza lavoro. Un gruppetto di’insegnanti di Miano suggerisce al Sindaco di aprire il Comune ai bambini delle scuole elementari come  faceva il Presidente Pertini, un regista, ovviamente, chiede l’apertura di un centro cinematografico, una factory, a differenza dello scorso anno nessuna richiesta di suicidio.

Strano…ben quattro volte abbiamo letto come uno slogan “meno biciclette, più lavoro

Non pochi quelli che gli suggeriscono di chiudere l’esperienza delle isole pedonali, a tal proposito ci ha agghiacciato la dichiarazione di un Commerciante di Via Caracciolo che si augura alla Riviera di Chija il crollo di palazzo al mese, così si toglie dalla testa l’idea di Via Caracciolo pedonale .

Infine tanti suggerimenti a proposito dell’evasione scolastica, di una maggiore incidenza della scuola sugli studenti, per finire a l’obbligo dei residenti di beneficiare gratuitamente dell’ingresso a Musei o parchi pubblici come Castel Sant’Elmo ai residenti. ”.

Non riusciamo a interpretare però, perché quasi la metà dei partecipanti non ha espresso nessun consiglio.

A Parere di redazione ci sembra quindi, che de Magistris gode della simpatia dei cosiddetti poveri, giovani, pensionati, perfino i senza tetto, e soprattutto comprendiamo che almeno questa volta le opposizioni non possono cercare il voto con promesse di ricchezza improvvisa o di lavoro e case per tutti.

Hanno risposto ai quesiti persone di tutte le età, dai 18 anni compiuti il 10 febbraio  di Luca di Corso Garibaldi, agli 86 suonati di Luigi del Vomero che ha anche chiesto al Sindaco di andare una volta a settimana a casa degli anziani per bere un caffè, a cominciare dalla sua, “sarei felice di averlo a casa mia” ha dichiarato, “anche se per cause di salute non credo potrò votarlo” ha aggiunto.

È stata un’esperienza lunga 2 mesi, divertente ma a tratti anche faticosa, ora non resta che aspettare il voto, quello vero, siamo davvero curiosi di sapere se abbiamo visto giusto.

Meritano un grazie gli amici, Antonio, Giuseppe, Elio, Marina, Luisa e Massimiliano che hanno partecipato a questo lavoro.

A seguire il dettaglio delle Municipalità.

Grazie anche a Ferdinando Kaiser per il corredo fotografico

 

Municipalità  numero  1

Totale   SI    16      no  20

Municipalità     numero ___2____

Totale   Si 26  no 10   

Municipalità     numero ___3____

Totale   Si 20  no 16   

Municipalità     numero ___4____

Totale   Si 16  no 20   

Municipalità     numero ___5____

Totale     Si  22    No 14

Municipalità     numero ___6____

Totale    Si 18    no 18

Municipalità     numero ___7____

Totale   Si   19   no 17

Municipalità     numero ___8____

Totale    22  No 14

Municipalità     numero ___9____

Totale   Si   23    No 13

Municipalità     numero ___10____

Totale  Si  29   No 7

 

Si 211   no   149

Vincenza Muto

Appassionata di politica e comunicazione, antifascista e militante in diversi collettivi durante gli anni trascorsi alla facoltà di sociologia, mi sono sempre dedicata a tematiche sociali. Mi sono impegnata nelle battaglie per l’acqua pubblica, nella difesa della scuola pubblica, ho lottato per difendere l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, per i diritti civili e per l'autodeterminazione delle donne e in generale lotto per la difesa dei diritti della fasce più deboli della società.
No commento

Lascia risposta

*

*