CantoLibre: la notte più corta

Ore contate per il nostro blog, ma il detto afferma che "la speranza è l’ultima a morire"

E così siamo arrivati a quella che dovrebbe essere l’ultima notte, ma in fondo non è detta ancora l’ultima parola…

Volutamente ci stiamo disinteressando del procedimento di questo crowdfoundig casareccio inventato da amici come De Stasio e supportato da cittadini come la Caliman o la Frate, che davvero stanno facendo per noi l’impossibile per farci tirare avanti.

Quando decidemmo di aprire questo blog, con un chiaro intento, dare un contributo alla democrazia, soprattutto cittadina,  fummo concordi di una cosa, fare un progetto serio, un vero giornale, con redattori, telefoni, sede e contatti a tutto campo tra le istituzioni e gli antagonisti, era li che volevamo fare arrivare la nostra voce, avere un bel disegno con una bella grafica e decidemmo quindi di prendere (a nostro avviso) il migliore dei Web Master sul territorio, e che ci fornisse un sito che funzionasse sempre e ricco di accessori, che poi non abbiamo mai neanche usato, una radio e la diretta streming.

Quindi abbiamo cercato di creare una redazione arcobaleno, come nelle migliori tradizioni dei movimenti di sinistra e appunto arcobaleno, abbiamo spesso litigato, ma nel nostro sito hanno trovato spazio tanti, dagli anarchici ai comunisti di Sinistra Anticapitalista, da chi si sente vicino il Sindaco di Napoli a chi si sente suo avversario, dagli ecologisti, a perfino qualche moderato di sinistra,  l’esperimento è riuscito, e abbiamo tirato avanti per diversi anni, dando voce a tanti movimenti politici, teatrali, artistici e culturali, pur rinunciando al valore dei numeri, per scelta “politica” noi non abbiamo mai parlato di gossip o pubblicato “discorsi da metropolitana”, peraltro non ne saremmo stati capaci.

Per tre anni siamo sempre riusciti a fare fronte a tutti gli impegni, qualche volta a fatica, ma sempre nei termini stabiliti.

Ma questa volta e per la prima volta abbiamo conosciuto la crisi più grave mai accaduta nella nostra giovane esistenza.

Volutamente non stiamo contando a che punto siamo, non sappiamo nel “salvadanaio” di Pino cosa ci sia, non abbiamo mai aperto il conto corrente per verificare quanti bonifici fossero arrivati, abbiamo evitato di stressarci, facendo finta di non avere nessun problema, se dobbiamo cadere lo vogliamo fare restando in piedi e in allegria pensando a quanto abbiamo fatto, continuando a raccontare, dall’intervista a del Bufalo, coordinatore del Festival dei Diritti Umani, all’intervista che faremo domani e che dovrebbe essere l’ultima pagina della nostra storia a Giovanni Pagano che ci spiegherà cosa è e a cosa ambisce NDO, il nuovo soggetto politico nato oggi nella Galleria Umberto I.

Non abbiamo una sensazione netta, anche se intorno a noi circola, non sappiamo perché, un certo ottimismo, la soddisfazione più bella l’abbiamo avuta oggi da un messaggio arrivato da Monaco di Baviera, “io non voglio che CantoLibre chiuda, vi spedisco 100 euro, di più non posso” sono manifestazioni che fanno piacere, come fa piacere la fila che al Bar 7bello si sta da giorni materializzando per una donazione.

Francamente non ci aspettavamo tanto affetto e solidarietà che sta nascendo e crescendo da tante parti, dal Primo Cittadino, che insieme all’Assessore Daniele e al Presidente del Consiglio Comunale Sandro Fucito hanno garantito il loro sostegno venendo domani sera alle 20.30 al Bar 7bello, stesso sostegno che abbiamo ricevuto da Zero81, da Edoardo Sorge e le ragazze di Magnammece o pesone, e tanti altri soggetti presenti nel mondo della politica partenopea, è quella famosa cerniera che volevamo creare tra palazzo e antagonisti: è stato bello provarci è stato bello riuscirci.

Potrebbe sembrare una frase stupida, “comunque vada grazie lo stesso” a noi piacerebbe continuare, perché ci piace e ci fa sentire coinvolti nella vita di questa città che amiamo come tutti.
Domani sera quindi sarà una festa o per quel che siamo stati, o per quel che saremo se voi deciderete in questo senso.

Vi aspettiamo al Bar 7bello, in via Benedetto Croce, anche per conoscerci e raccontarci le nostre storie, auguri a tutti

 

La redazione di CantoLibre tutta

No commento

Lascia risposta

*

*