Can(N)one RAI spara a mitraglia sugli italiani

il Paese dei tartassati, a quando il canone sull'aria?

Dal prossimo mese di luglio 2016 inizia l’addebito della nota gabella RAI in bolletta…per gli anni dal 2017 in poi si partirà con l’addebito dal mese di gennaio al mese di ottobre per la cifra ridotta, bontà loro, di solamente euro 100.

canone-raiGli annunciatori televisivi ci ricordano benevolmente che non si deve pagare come dalla luce dei tempi entro fine gennaio, ma, eccezionalmente,  ci riducono l’importo da eur 113,50 a soli 100 euro e, per nostra comodità, andranno ad incrementare la bolletta della luce così non avremo più l’incombenza di ricordarci della scadenza, di andare alla posta a pagare e non dovremo più sorbirci il tormentone che per due mesi ci ricorda di comportarci bene con chi ci vuole bene pagando il canone…
Ma come funziona il nuovo can(n)one RAI?

Dal 2016 “la detenzione di un apparecchio si presume nel caso in cui esista un’utenza per la fornitura di energia elettrica nel luogo in cui un soggetto ha la sua residenza anagrafica” come testualmente si legge sul sito dedicato www.canone.rai.it e questo in soldoni significa che dagli attuali 16 milioni circa di paganti che fanno incassare allo Stato circa 2 miliardi di euro si passerà a 25/30 milioni di paganti bollette elettriche con un incasso di 3 miliardi abbondanti di euro che entreranno nelle fameliche fauci statali, con un incremento di circa 1 miliardo di euro… se andassero ad abbattere il debito pubblico direttamente, forse sarebbero anche sopportabili per le nostre fragili e malmesse spalle,  chi ci crede?

imagesL’idea di sospendere la fornitura elettrica in caso di non pagamento è nata in Grecia e, visto che ha funzionato, è stata adottata in Italia, anche se qualcuno ha tentato timidamente e circostanziatamente di opporsi a questa nuova forma di vessazione; purtroppo inutilmente…tra qualche mese il canone RAI annullerà abbondantemente il tanto decantato risparmio di cui dovrebbero godere gli italiani per il ribasso di pochi euro delle bollette energetiche dovuto al calo di petrolio,gas e carbone…presentato quasi come un beneficio governativo per dare respiro alle famiglie italiane…
Mentre da una parte ci “mettono le mani in tasca” con la bolletta, dall’altra  le modalità per presentare la dichiarazione di non detenzione della TV “saranno definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate” come si legge sul sito dedicato; quando ci diranno come si devono comportare coloro che non sono tenuti a pagare?

Magari, a pensare male, dopo che saranno partite le prime bollette, che si dovranno pagare per evitare l’interruzione elettrica…digeriremo anche questa, siamo abituati alle ingiustizie, anche se non guardiamo le trasmissioni RAI per la scarsa qualità dell’offerta, si deve pagare, come per l’auto, è una tassa di possesso, anche se non funziona e l’apparecchio TV è nello scantinato pieno di polvere dobbiamo pagare…e se veramente non lo possediamo?
Lo Stato non ci ritiene degni di fiducia!

codaconsSeguendo l’andazzo degli ultimi anni siamo diventati tutti presunti colpevoli e quindi dobbiamo essere noi a dimostrare di non essere evasori quando ci arriva una cartella esattoriale “pazza” e ogniqualvolta abbiamo un contenzioso con la Pubblica Amministrazione, spesso accettiamo di pagare anche se la ragione sta dalla nostra parte, pur di chiudere la vicenda.
Eppure la presunzione d’innocenza è prevista nella Costituzione della Repubblica Italiana…vuoi vedere che spingono tanto per riformare la Costituzione perché troppo protettiva nei confronti dei cittadini italiani?

https://www.youtube.com/watch?v=uMOFjLL0Xcc

No commento

Lascia risposta

*

*