Buon Compleanno Sindaco! E che compleanno…

Le lacrime e il sudore, o surdato innammurato, le parole di chi gli vuole bene. Note di una notte straordinaria

Buon Compleanno Sindaco, e che compleanno. Un compleanno da Sindaco.

Nei sogni di ognuno c’è sempre il desiderio che almeno quel giorno ti giri tutto bene.

Buon compleanno Sindaco, e che effetto strano vedere il tuo viso rigato di sudore e anche di lacrime di commozione, emozione, stanchezza.

Al viso sorridente e felice come quello di un bambino che è arrivato primo.

Auguri Sindaco da quella parte della città interessata alla “questione elezioni” troppo bassa… che però è felice e corre per la città, fino a sotto la sede del Comitato elettorale di Lettieri, che con tipica goliardia napoletana stanno cantando e ballando facendosi beffe di quello che fino a ieri era “l’avversario” neanche da battere, ma da doppiare, e in qualsiasi competizione il doppiaggio è sinonimo di oltraggio.

dema 7Buon compleanno Sindaco da una folla festante che canta “o surdato innammorato”, dalle bandiere rosse, verdi e quelle degli spazi liberati, liberati soprattutto dalle cattive interpretazioni e luoghi comuni, sono ragazzi ragazze, donne e uomini che fanno fatti, il nostro Sindaco è stato il primo in Italia a non emarginarli.

E buon compleanno dalle parole di persone che ti vogliono bene, di Carmine Maturo, del movimento Green “In tutta Italia i partiti e le ideologie del ‘900 sono tramontate. Ha vinto la volontà di partecipare. A Napoli c’è tanto da fare per rendere concreto il programma della coalizione”.

Il Senatore Peppe De Cristofaro “serata bellissima la vittoria di de Magistris evidenzia il risveglio di energie liberate”

Pensa al futuro Daniele Quatrano, Consigliere di Rifondazione alla V Municipalità “la svolta è fuori dal palazzo più che dentro, però il clima sembra buono ma è giusto ricordare che la battaglia vera inizia domani”

Arturo Scotto, deputato al parlamento, “Adesso bisogna passare dalle parola ai fatti bisogna concretizzare il programma di tutta la coalizione. E c’è tanto da fare…”

Raggiante per il tuo compleanno, che ora è di tutta una città anche l’artista Maurizio Capone “l’ho appoggiato in maniera pensante nelle prospettive di una prova di indipendenza che potrebbe interessare Napoli. Io sono un sognatore, a volte nelle anomalie che appaiono diverse possono  nascere buone prospettive”

Partecipa alla festa anche  Gabriele  Gesso segretario provinciale di Rifondazione “ stasera in piazza c’erano tanti giovani che cantavano –bandiera rossa– esperienza che continua  e che ci  vede ancora più convinti a trasformare la città e, che  e indica che è possibile combattere le politiche di austerità”

E auguri anche da Massimiliano Jovine, bassista dei 99 posse “sono entusiasta di questo risultato, e lascio a parte lo scetticismo sul come sarà il Consiglio Comunale, dietro questa vittoria c’è il lavoro e la passione di tanti militanti che si impegnano ogni giorno, per un ideale più che per un progetto, ideali, altro che finiti, dove ci sono si vince!”

LE auguri da tutto un gruppo di amici che ti sostiene con le indignazioni, con la passione, con il piacere di, una volta tanto, vincere, e quindi penso a Gloria Castagnolo, Luigi Gelli, Rosalba Caliman, Rosa Schiano, Ivan di Stasio, Pino de Stasio, Bruna di Dio, Daniela Wollmann,  Lucilla Parlato, Sergio Valentino,  e (mi spiace per chi non cito per spazio,) una schiera infinita di persone legate da un affetto che ogni giorno ti cura un infinito ufficio stampa, auguri anche da quel modo di “far da se”

Diceva il Re Riccardo “che un uomo dimostra la sua grandezza dall’affetto e il rispetto che riceve  dei suoi amici” aveva ragione, eccome se ne aveva.

Auguri Sindaco da una banda di amici litigiosi (Cantolibre) e appassionati, ma con una sottile soddisfazione che un lettore ci ha mandato pochi  minuti fa, quando abbiamo fatto il gioco sondaggio avevamo visto giusto!, ci abbiamo azzeccato, in tutti i sensi, ne siamo felici, pertanto cerchiamo lavoro….

 

Vincenza Muto inviata da Dema

 

Si ringrazia Rosario Morisieri per la foto di corredo

Vincenza Muto

Appassionata di politica e comunicazione, antifascista e militante in diversi collettivi durante gli anni trascorsi alla facoltà di sociologia, mi sono sempre dedicata a tematiche sociali. Mi sono impegnata nelle battaglie per l’acqua pubblica, nella difesa della scuola pubblica, ho lottato per difendere l’articolo 18 dello Statuto dei lavoratori, per i diritti civili e per l'autodeterminazione delle donne e in generale lotto per la difesa dei diritti della fasce più deboli della società.
No commento

Lascia risposta

*

*