Bagnoli sognata

Cosa ha lasciato la NATO e cosa è transitato e stazionato nei vari tunnel e depositi militari disseminati nella zona?

Da anni Bagnoli viene contesa come una dama dai cavalieri che  vorrebbero prenderla in sposa…o sono interessati solo alla dote?

Posizione incantevole e panorami che riportano  con la mente ai tempi antichi in cui si realizzava la grotta di Seiano in poco tempo e senza tante chiacchiere, per non parlare della cisterna denominata “piscina mirabilis”  creata in modo da essere efficiente e rifornire una flotta senza danni all’ambiente e praticamente invisibile nel territorio…e invece noi che abbiamo fatto?
Pontile-Nord-di-BagnoliUna acciaieria e una base navale militare che ci hanno lasciato un ambiente devastato dall’inquinamento industriale, e non si e’ mai parlato di cosa potrebbero aver lasciato le testate nucleari che hanno transitato e stazionato nei vari tunnel e depositi militari disseminati nella zona; nessuno si e’ mai preso la briga di misurare la radioattivita’ ad Agnano, Nisida o alla N.A.T.O. di Bagnoli?

Oggi si sperimenta l’utilizzo della energia geotermica con ” innocue” trivellazioni che casualmente hanno coinciso con una ripresa delle scosse sismiche nella zona circostante, sicuramente sara’ una combinazione…ma, nel dubbio, non sarebbe meglio sospenderle in attesa di certezze?
Comunque, non vogliamo pensare che dietro agli odierni contendenti ci siano i soliti interessi privati che si appropriano del bene pubblico per guadagnarci miliardi e magari presentarsi anche come benefattori che intervengono per il bene della comunita’ che non e’ in grado di gestire i tesori che ha e quindi vanno dati a chi li saprà valorizzare sotto l’occhio “ vigile” delle autorità’ preposte…solita farsa!

L’incendio di Citta’ della scienza e’ stato il primo passo per creare spazio vicino al mare, la splendida passeggiata sul lungo pontile disteso in mezzo al mare diventa sempre piu’ osteggiata, soliti sistemi, non si effettua manutenzione sul bene, si mette qualche nastro e qualche transenna con la scritta “pericolo” oppure ” stiamo lavorando per voi” e poi quando l’afflusso della gente diminuisce…si chiude!
Il nostro sogno avveniristico sarebbe vedere la nascita di una struttura organizzativa per la vera e pulita valorizzazione della zona, non ci interessa chi sia il direttore d’orchestra, basta che funzioni bene e che sia fruibile da tutti a costi accessibili, popolari…in qualche caso gratis…
velaIl regista che girerà questo film potrebbe iniziare riprendendo un porticciolo con centinaia di barche a vela e a motore, rigorosamente piccole, ma confortevoli, ben tenute e a disposizione di tutti quelli che vorrebbero vivere il mare con semplicità senza ostentazione, in modo sano ed economico…poi la telecamera inquadrerebbe la grande scritta “Mare Nostrum” e dietro la scuola di nuoto, di canoa, di pesca,di vela e di tutti gli sport e attività ludiche utili a migliorare la vita…mens sana in corpore sano!
Tutto questo viene gestito come una associazione senza fini di lucro, i soldi girano tutti all’interno e all’interno rimangono per pagare stipendi ai collaboratori e per tenere in ordine i beni a disposizione dei soci e chi organizzera’ e gestira’ il tutto sara’ un computer programmato e sigillato…oppure uomini onesti e probi…ma questo e’ piu’ difficile da realizzarsi…
BAGNOLI MARE NOSTRUM…

No commento

Lascia risposta

*

*