ANGELO GIORDANO UN SOPRANISTA TRA L’ANTICO ED IL BEL CANTO

Quando Rossini scrisse per Il Velluti. Si aprano le porte del San Carlo per queste straordinarie voci

E’ difficile catalogare voci così importanti come quella di Angelo Giordano, giovane trentenne formatosi a Benevento e a Napoli, ora alla “corte” di un Imperatore che ha fatto della storia e della ricerca musicale la missione della propria vita, come il Maestro Antonio Florio , che ha riscoperto,nel profondo pozzo cristallino e battesimale della musica napoletana, la Civiltà Barocca da Provenzale a Scarlatti, fino a Jommelli , Pergolesi e il sommo Paisiello.

Giordano si può definire un puro sopranista, con una estensione vocale che raggiunge le tre ottave ed un colore che ricorda altri benemeriti e benedetti dalla Santa protettrice Cecilia, i giovani Riccardo Angelo Strano e Jarub Jozef Orlinski . Sentitelo nello splendido “Lamento di Didone” di Purcell e si potrà comprendere quanta versatilità vi è nel canto e quanta importanza sia l’interpretazioni, doti fondamentali, oltre che alla bella voce che Giordano possiede.

Angelo Giordano prima che cantante è un musicista, attento e scrupoloso sia per quanto riguarda i “tempi” dello stile antico sia nelle difficili dinamiche delle arie e cantate che struttura sempre con equilibrio negli “andamenti” della partitura.

E’ giunto il momento che simili voci siano sdoganate dagli stretti pendii delle rassegne per addetti ai lavori, e che si aprano le porte del San Carlo, e non solo, dove i grandi castrati del passato come Farinelli, Senesino, Caffarelli, erano divenuti dei veri e propri trascinatori di folle, come i cantanti della musica rock e pop di oggi.

Il grande Gioacchino Rossini scrisse una delle Opere più belle nella sua lunga e prolifica vita” l’Aureliano in Palmira”, ed omaggiò la scuola napoletana dei castrati scrivendo la parte del protagonista per l’immenso Giovanni Battista Velluti. Quante amnesie da parte dei nostri sovrintendenti. Potrete ascoltare Angelo Giordano il 3 Dicembre 2017 alla Domus Ars Centro di Cultura-Napoli alle ore 19,30 nello spettacolo musicale “ Narciso e Tancredi e altre storie” con i musicisti: Angelo Troncone,e i cantanti Olga Cafiero,Leopoldo Ponziano Musiche di Caresana, Storace, Scarlatti, Provenzale.

Pino De Stasio

Sono un blogger, attivista politico, ascoltatore di musica antica e contemporanea, pacifista
No commento

Lascia risposta

*

*