Anche a Napoli lo stato di emergenza climatica

Lettera aperta al Sindaco de Magistris da parte di ecologisti dopo Londra, l'Irlanda e Milano è il turno di Napoli
Scritto da Guido Liotti ufficio di Presidenza Green Italia Campania
Che i cambiamenti e l’emergenza climatica è la più grande priorità dei nostri tempi è cosa nota. Che ogni individuo deve e può fare la propria parte per mitigare e fermare i cambiamenti climatici anche.
Che il Governo italiano è sordo su questi temi è risaputo. Che i Sindaci, rappresentanti di una comunità locale, possono attivarsi per dichiarare l’emergenza climatica per il territorio di appartenenza e di individuare azioni e interventi immediati nel breve e nel medio termine, per adattarsi agli effetti dei cambiamenti climatici già in corso e ancor di più per contrastare le cause che incidono sull’emissione di CO2 e quindi sull’incremento delle temperature, è possibile.
Lo hanno fatto Regno Unito, Irlanda e Scozia ed ora Milano.
A Napoli “Lo stato di emergenza climatica” è stato chiesto con una Lettera aperta inviata al Sindaco de Magistris a firma di Carmine Maturo – Portavoce Nazionale di Green Italia, Monica Frassoni – Co. Presidente dei Verdi Europei e Eliana Baldo Capolista per il Sud di Europa Verde, presenti a Napoli il 15 maggio per un’Iniziativa tenutasi a Palazzo Venezia. Alle tre firme si sono aggiunte altre 250 raccolte on line dal gruppo partenopeo di Green Italia.
Nella lettera i sottoscrittori chiedono di indire “Lo Stato di Emergenza ambientale” e di “modificare, per esempio, in modo radicale il sistema di mobilità oggi incentrato sull’auto; togliendo asfalto e cemento, rinaturalizzando quante più aree possibili, che siano in grado di assorbire l’acqua che scende dalle colline e contrastare le bolle di calore estive quando i nostri vecchi e meno vecchi muoiono di solitudine e afa urbana; facendo scelte e piani affinchè il nostro turismo sia veramente sostenibile, riducendo drasticamentae l’inquinamento acustico e atmosferico prodotti da porto ed aereoporto; intraprendendo un dialogo istituzionale con gli enti governativi regionali e nazionali, affinchè si dia concreta attuazione a provvediamenti, su scala regionale e nazionale, volti alla lotta contro i cambiamenti climatici e alla riduzione delle emissioni di gas serra e del loro assorbimento”
Chi vuole sottoscrivere e sostenere la proposta può sottoscrivere la lettera su questo link http://chng.it/mvVRxQsK
Firma la petizione
Emergenza Climatica Napoli – Richiesta al Sindaco de Magistris
change.org
Un commento

Lascia risposta

*

*

  • Anna Fava Del Piano
    21 maggio 2019 at 16:10 - Reply

    Sì voglio sottoscrivere anche io