A Napoli, tra il dire e il fare.

Agenda di eventi a Napoli e dintorni.

Dal 20 al 26 novembre.

 

La città ribelle. Il calendario

Organizzato da CantoLibre

Sabato 25 novembre dalle ore 18:00 alle ore 0:00

Domus Ars, Via Santa Chiara, 10 Napoli

 

Parole e musica.

Presentazione del calendario “La città ribelle” prodotto dal blog d’informazione indipendente CantoLibre.

Le foto del calendario sono di Ferdinando Kaiser.
L’ingresso è gratuito


Un uomo, una donna. Losey/Moreau. Eva

Organizzato da Mediateca Santasofia

Martedì 21 dalle ore 18:30 alle ore 20:30

Via Santa Sofia, 7, 80139 Napoli

 

 

Registi e muse nella storia del cinema III.

– Registi e muse del cinema italiano tra gli anni ’50 e ’60

– Omaggio a Jeanne Moreau

Losey / Moreau

Eva

di Joseph Losey; con Jeanne Moreau, Stanley Baker, Virna Lisi, Lisa Gastoni, Giorgio Albertazzi; scritto da Hugo Butler, dall’omonimo romanzo di James Hadley Chase; fotografia di Gianni Di Venanzo; musica di Mario Nascimbene; Italia, 1962; 100’; b/n.

Nella vita di uno scrittore di successo irrompe Eva, donna dal fascino misterioso.

L’ambiguità e la complessità dei rapporti umani, il rapporto di potere nelle relazioni amorose sono al centro di questo che può ben essere considerato, tra i capolavori di Joseph Losey, quello più affascinante, e con il quale prosegue il nostro omaggio, cominciato con La notte di Antonioni, a Jeanne Moreau, qui in una delle prove più alte della sua lunga carriera.

Ingresso libero fino a esaurimento dei posti.
Consueto “vin d’honneur” a fine proiezione.


Gruppo di lettura

Organizzato da Eventi la Feltrinelli Napoli

 

Martedì 21 dalle ore 18:00 alle ore 19:30

 

Via Santa Caterina a Chiaia, 23 ang. Piazza dei Martiri, 80121 Napoli

 

 

Il gruppo di lettura della Feltrinelli questo mese legge
Felici i felici (Adelphi) di Yasmina Reza. Diciotto personaggi
sull’orlo di una crisi di nervi si mettono a nudo uno dopo l’altro. Leggi il libro e vieni a parlarne alla Feltrinelli! Introduce Antonella Cristiani. A cura dell’Associazione A Voce Alta.


Napoli com’era e com’è

Organizzato da Eventi la Feltrinelli Napoli e Edizioni Intra Moenia

 

Mercoledì 22 novembre dalle ore 18:00 alle ore 19:30

Via Santa Caterina a Chiaia, 23 ang. Piazza dei Martiri, 80121 Napoli

 

 

Napul’è (Intra Moenia) di Ugo Leone è un viaggio
nella qualità della vita a Napoli e perciò nella sua storia,
fino al nostro presente. Una Napoli com’era, com’è e come si vorrebbe che fosse. Ne parlano con l’autore Valeria Parrella e Pierluigi Razzano.


Max Pezzali alla Feltrinelli di piazza Garibaldi

Organizzato da Eventi la Feltrinelli Napoli

 

Mercoledì 22 novembre dalle ore 17:00 alle ore 18:00

Via Santa Caterina a Chiaia, 23 ang. Piazza dei Martiri, 80121 Napoli

 

 

Max Pezzali incontra il pubblico e firma copie del suo nuovo album “Canzoni alla radio”.

Acquista il cd alla Feltrinelli di piazza Garibaldi o piazza dei Martiri e ritira il pass* che dà accesso prioritario al firmacopie.
*1 pass per ogni cd acquistato, fino a esaurimento.


Belluscone – Una storia siciliana di Franco Maresco

Organizzato da l’Asilo

Mercoledì 22 novembre dalle ore 18:30 alle ore 22:30

vico Giuseppe Maffei 4, 80138 Napoli

 

 

Vincitore del Premio Speciale della Giuria Orizzonti alla Mostra del Cinema di Venezia 2014
PRIMA PROIEZIONE: 18,30
SECONDA PROIEZIONE: 20,30

Introdurrà le proiezioni Salvatore Marfella, critico cinematografico, caporedattore di “Rivista Milena”
(www.rivistamilena.it)

BELLUSCONE – UNA STORIA SICILIANA è il primo appuntamento del terzo ciclo della Rassegna di Cinema “I Nuovi Classici”.
Il programma completo è sul sito: http://www.exasilofilangieri.it/nuovi-classici-terzo-ciclo/

Il critico cinematografico Tatti Sanguineti arriva a Palermo per ricostruire le vicissitudini del film mai finito di Franco Maresco: “Belluscone. Una storia siciliana”. Un’opera ambiziosa che nelle intenzioni del regista palermitano avrebbe dovuto raccontare il rapporto unico tra Berlusconi e la Sicilia, mettendo insieme una
galleria di personaggi in cui spiccano il fedele Marcello Dell’Utri, vari pentiti di mafia e un’infinità di cantanti neomelodici irriducibilmente berlusconiani. Con lo stile ironico, dissacrante e provocatorio del suo autore, il film intreccia il viale del tramonto di Berlusconi, le sorti dello sfortunato Ciccio Mira (impresario palermitano, sostenitore indefesso del Cavaliere e nostalgico della mafia di un tempo) e il destino artistico dello stesso Maresco, che sceglie di eclissarsi, dopo aver capito l’inutilità dell’ennesima battaglia contro i mulini a vento della politica, in un’Italia che nella “cultura” berlusconiana si è a lungo riconosciuta e continua a riconoscersi (dalla sinossi del film).

Cinema off, fuori dagli schemi e necessario quello di Franco Maresco, meritato vincitore del Gran Premio della Giuria nella sezione “Orizzonti” alla Mostra di Venezia del 2014. Esce quattro anni dopo il suo primo esperimento cinematografico in solitaria (senza, cioè, l’amico e sodale di Cinico TV Daniele Ciprì), quel gioiello sommerso che era “Tony Scott, ovvero come l’Italia fece fuori il più grande clarinettista di jazz” (2010). E fa di nuovo centro Maresco con il suo viaggio nella Sicilia popolare e iper-berlusconiana, nostalgica della mafia e della Democrazia Cristiana. “Belluscone” è una delle opere più fresche e dirompenti del cinema italiano più recente, film ironico ed esilarante, capace però di far sentire, dietro la maschera comica, l’amarezza ed il dolore di chi osserva un Paese (non solo una regione) dominato da freaks.

***

All’Asilo i concerti, gli spettacoli, le proiezioni, gli incontri sono ad ingresso libero. È gradito un contributo a piacere che serve ad abbattere le spese minime e a dotare gli spazi dei mezzi di produzione necessari ai lavoratori dello spettacolo, dell’arte e della cultura per portare avanti la sperimentazione politica, giuridica e culturale avviata all’Asilo.


 

Serenvivity · EbbaneSiS

Organizzato da Nuovo Teatro Sancarluccio e Concerteria

23 novembre – 26 novembre

Via San Pasquale a Chiaia, 49, 80121 Napoli

 

 

SerenVivity

Questo nuovo progetto artistico, pensato e realizzato in connessione con la modernità dei tempi e soprattutto grazie al potere di diffusione del web, guarda alla rete della tradizione col desiderio di trovare nuove imprevedibili strade musicali.

‘EbbaneSiS, diventato in pochi mesi un fenomeno del web, nasce a giugno del 2017, quando le voci di Viviana Cangiano e Serena Pisa, per caso, trovano una magica connessione musicale e artistica, che permette alle due artiste di rivisitare l’antico patrimonio musicale partenopeo – soprattutto quello precedente agli inizi del ‘900 – in forme inedite, attraverso originali arrangiamenti. Verranno dunque interpretati brani appartenenti a varie tradizioni musicali: villanelle, popolari, classiche napoletane del periodo d’oro, swing, macchiette e cafè chantant


Eventi ErreKappa

Organizzato da La KlessidRa – Istituto Scolastico Errekappa

 

Venerdì 24 novembre dalle ore 18:00 alle ore 19:30

 

La KlessidRa – Istituto Scolastico Errekappa

Piazza Vanvitelli, 15, 80129 Napoli

 

 

Dal napoletano all’italiano e … ritorno. Venerdì 24 novembre 2017, alle ore 18:00, nella saletta La KlessidRa, presso l’Istituto Scolastico ERREKAPPA, in Piazza Vanvitelli 15, Nazario Bruno e Liliana Palermo ci porteranno a respirare la bellezza della lingua napoletana. Attraverso la lettura di poesie originali e rivisitazioni di grandi poeti, dal ‘300 al ‘900, si arriverà a discutere del dialetto napoletano, della sua ortografia e della dignità linguistica del napoletano.


Con gli occhi di Caravaggio

Organizzato da Eventi la Feltrinelli Napoli e Edizioni Intra Moenia

 

Venerdì 24 novembre dalle ore 18:00 alle ore 19:30

Via Santa Caterina a Chiaia, 23 ang. Piazza dei Martiri, 80121 Napoli

 

 

Perché Caravaggio arrivò sul finire di una
vita travagliata proprio a Napoli? Il libro Con gli occhi di Caravaggio. Napoli 1606 – 1610 (Edizioni Intra Moenia), con i testi di Francesco de Core e le fotografie di Sergio Siano (in mostra nello spazio la Feltrinelli), ricostruisce l’ultimo segmento dell’esistenza del grande maestro affidandosi alle sue parole. Intervengono Riccardo Lattuada e Titti Marrone.


Buon compleanno Museo di San Martino!

Organizzato da Certosa e Museo Nazionale di San Martino

24 novembre – 26 novembre
Largo San Martino, 5, 80129 Napoli
1867\2017
150 anni per la storia della Città

Era il novembre 1867 quando, grazie al grande impegno di Giuseppe Fiorelli, Soprintendente generale degli Scavi di Antichità, la Certosa soppressa divenne Museo Nazionale di San Martino e la città, dominata fino a quel momento dall’imponente mole bianca, entra nella Certosa con la sua storia.

Venerdì 24 novembre, alle ore 11.00, Anna Imponente, direttore del Polo museale della Campania e Rita Pastorelli, direttore del Museo di San Martino presentano le iniziative che celebrano l’anniversario del Museo.

Un calendario con numerosi appuntamenti che rendono omaggio al passato guardando al futuro, dedicati a un pubblico di grandi e piccoli visitatori.

Un nuovo progetto per la segnaletica del Museo, a cura dell’Accademia di Belle Arti di Napoli \ Un nuovo volume sul teatro, Tra mare e terra – Commedia dell’arte nella Napoli spagnola (1575-1656) di Teresa Megale\ Un racconto sul Museo, di Nadia Barrella e Ileana Creazzo \ Spettacolo di musica e danza, a cura di Francesca Barrella\ Tra sirene e pirati. Tra piratesse e tritoni, visita e laboratorio per bambini nella sezione Navale, a cura di Viviana Hutter, con torta finale.

Di seguito il programma delle iniziative, alle quali si partecipa con il biglietto di ingresso al Museo.

VENERDÌ 24 NOVEMBRE

ore 11.00, Refettorio della Certosa
Un nuovo progetto per la segnaletica del Museo
curato dall’Accademia di Belle Arti di Napoli
Uniti da un protocollo d’intesa, il Polo museale della Campania e l’Accademia di Belle Arti di Napoli, hanno realizzato un progetto pilota per accogliere e condurre il pubblico in un percorso di visita alla Certosa. La ricerca degli allievi del II anno del biennio specialistico del corso di Design della Comunicazione è stata finalizzata all’individuazione di nuovi strumenti di comunicazione interna, in grado di valorizzare il patrimonio museale e offrire un’esperienza di visita più ricca e soddisfacente, diventando al tempo stesso strumento di narrazione della storia e dell’identità del luogo. Un progetto realizzato con la guida dei docenti dell’Accademia: Enrica D’Aguanno, coordinatrice del corso di laurea e docente di Graphic Design, Massimo Colombo, docente di Segnaletica e allestimenti e di Adolfo Fattori, docente di Sociologia della Comunicazione.
Parteciperanno: Anna Imponente, direttore del Polo museale della Campania, Rita Pastorelli, Direttore del Museo di san Martino, Giuseppe Gaeta, Direttore dell’Accademia di Belle Arti di Napoli e i docenti del progetto. Il progetto sarà illustrato in alcuni aspetti dagli stessi studenti coinvolti.

ore 17.00, Refettorio della Certosa
“Tra mare e terra – Commedia dell’arte nella Napoli spagnola (1575-1656)”
Presentazione del libro di Teresa Megale.
Teresa Megale, professore associato di Discipline dello Spettacolo all’Università degli Studi di Firenze, raccoglie nel suo lavoro la complessa storia delle vicende teatrali napoletane tra il Cinque e il Seicento, dando un importante contributo agli studi, affrontando con metodi e ricerche inedite la nascita del professionismo attorico a Napoli e nel regno, argomento fin qui inesplorato dalla moderna storiografia del teatro, ferma agli studi di Benedetto Croce e di Ulisse Prota-Giurleo.
Le caratteristiche della civiltà teatrale napoletana vengono indagate con documenti di prima mano, che raccontano le principali dinamiche culturali della vita degli attori partenopei, e la scena artistica partenopea in rapporto con il potere spagnolo vicereale, con l’aristocrazia urbana e regnicola e con le numerose ‘nazioni’ straniere radicate nella Napoli cinque-seicentesca, con particolare riguardo alla costituzione di compagnie miste, napoletane-lombarde-ispaniche, ai loro viaggi e alle loro tournées dentro il vasto regno mediterraneo e al di fuori di esso.
Tra la nascita della maschera di Pulcinella e quella del Capitano, tra il radicarsi della figura di Don Giovanni e quella di Don Chisciotte, tra Giovan Battista Basile e Giulio Cesare Cortese, vengono sottoposti al vaglio critico miti ed archetipi di una civiltà teatrale determinante per la storia del teatro italiano ed europeo.Una selezione di fonti, documentarie e iconografiche, reperite nei principali archivi italiani e spagnoli, correda, completa e integra il saggio.
Interverranno, Rita Pastorelli, direttore del Museo di San Martino e con l’autrice, i docenti Nicola De Blasi, Università ‘Federico II’ di Napoli, Isabella Innamorati, Università di Salerno, Siro Ferrone, Università di Firenze. Volume edito da Bulzoni.
Al termine della presentazione, Fabio Cocifoglia leggerà brani tratti dal libro.
ore. 18.30 – Concluderà la serata il concerto di musiche barocche, per chitarra e voce, eseguito da Fulvio De Innocentiis ,

SABATO 25 NOVEMBRE
ore 10.30, Refettorio della Certosa
Un racconto sul Museo della Città

Incontro con Nadia Barrella, professore associato di Museologia all’Università Luigi Vanvitelli, che racconterà le origini del Museo della città, dove immagini e oggetti illustrano la storia di Napoli dal Quattrocento all’Ottocento, dalla monarchia angioina e aragonese al vicereame spagnolo, dal regno dei Borbone all’unità d’Italia, in parallelo con lo sviluppo urbano della città, ben documentato dalla cartografia.
Alla conversazione della professoressa Barrella aggiungerà alcune osservazioni Ileana Creazzo – da molti anni funzionario a San Martino – che proverà a ricostruire, anche con la visita accompagnata che seguirà in alcuni ambienti del complesso monastico, i primi fondamentali anni di vita del Museo.

ore 17.00, Quarto del Priore
Dalla mater alla madonna
Spettacolo di musica e danza a cura di Francesca Barrella, anche in occasione della ‘Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne’.

Nel Quarto del Priore, accanto alla splendida opera di Pietro Bernini ‘Madonna con Bambino e San Giovannino, si svolgerà la performance ideata dall’associazione ‘Il ventre di Partenope’, presieduta da Francesca Barrella.
Una riflessione sull’importanza dell’archetipo della Grande Madre, realizzata in occasione della ‘Giornata Internazionale contro la Violenza sulle Donne’, per ribadire il monito affinché la violenza sulle donne non sia soltanto una questione confinata alle doverose condanne inflitte ai colpevoli di violenze ma sia anche una presa di coscienza che il femminino è un valore “sacro” della società, che va coltivato per il bene della collettività.

DOMENICA 26 NOVEMBRE
ore 10.30, Sezione navale
“Tra sirene e pirati. Tra piratesse e tritoni”

I piccoli visitatori del Museo verranno condotti in una coinvolgente visita alla sezione navale, a cura del Servizio educativo, prima di partecipare al Laboratorio creativo, delle ore 11.30, curato da Viviana Hutter dell’associazione ‘Campania per bimbi’.

Circondati da imbarcazioni reali, armi, nodi e strumenti marinari, i bambini ascolteranno storie e realizzeranno mappe del tesoro, messaggi in bottiglia e code di sirene pronte a tuffarsi nel magico mare di Napoli. La leggenda della sirena Partenope si intreccia con i racconti sui cattivissimi pirati, in un immancabile appuntamento a bordo di una nave immaginaria!
Il laboratorio è realizzato grazie al sostegno dell’Associazione Amici di Capodimonte.
OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE per l laboratorio per i bambini (massimo di 40 partecipanti) alla mail [email protected]

In contemporanea con lo svolgimento del laboratorio, il Servizio educativo propone ai genitori dei piccoli partecipanti e a tutti i visitatori un percorso guidato alla scoperta delle sezioni più rappresentative del Museo.

A conclusione della mattinata e dei festeggiamenti, con la collaborazione dell’Associazione Amici di Capodimonte, nel Refettorio della Certosa tutti i partecipanti saranno invitati all’augurale taglio della torta, offerta dalla Antica pasticceria Giovanni Scaturchio.

La partecipazione a tutte le iniziative è con il biglietto di ingresso al Museo.


Eventi Al Complesso Palapartenope Di Napoli

Organizzato da Mia Event e Feder Cral Italia

25 novembre 2017 – 3 marzo 2018

Complesso Palapartenope

Via Barbagallo 115, 80125 Napoli

 

 

Magnifici eventi per tutta la famiglia al Complesso Palapartenope da non perdere!
Inoltre se hai la #Tessera Feder Cral Italia 2017, esibiscila direttamente al botteghino e riceverai subito un grande #sconto riservato!!!!

Ecco i dettagli con gli sconti riservati a chi mostra il tesserino #FederCralItalia:

Principessa Sissi Palapartenope
25 – 26 novembre ore 18:30
Posto unico €.10.00
Gold €. 25.00 Sconto €. 20.00
2° settore €. 20.00 Sconto €. 16.00
3° settore €. 15.00 Sconto €. 12.00
Disabili €. 15.00

Giancarlo Giannini PALAPARTENOPE
30 Novembre ore 21:00
GOLD €. 25.00 Sconto €. 19.00
II SETTORE €. 20.00 Sconto €. 16.00
III SETTORE €. 15.00 Sconto €. 13.00

MAGIC SHOW PALAPARTENOPE
15 DICEMBRE ORE 21:00
GOLD €. 22.00 Sconto €. 18.00
II SETTORE €. 17.00 Sconto €. 15.00
III SETTORE €. 12.00 Sconto €. 10.00

PUPAZZIA SHOW
3 marzo ore 18:30
GOLD €. 22.00 Sconto €. 18.00
II SETTORE €. 17.00 Sconto €. 15.00
III SETTORE €. 12.00 Sconto €. 10.00
Disabili €. 12.00

Per info: 081.19.24.84.31 – [email protected]
Sachà Manna Mario Melandri
#palapartenope #casadellamusica #miaevent #federcralitalia #sconti #associati #convenzionati #aderisci #napoli #eventi #musical #bambini


Villa Diamante Dinner Show

Organizzato da Eventi Méditerranée

 

Sabato 25 novembre dalle ore 21:00 alle ore 2:00

Villa Diamante

Via Alessandro Manzoni 131, 80123 Napoli

 

 

Tutto il meglio del made in Naples targato #eventimediterranee !

Ad accompagnare l’ottimo cibo, ci sarà la voce dello Showman VALENTINO e la musica del ♫ ♬ DJ FRANKY DEE ♪ ♩

Le bollicine e tante risate, faranno il resto 😉

▁ ▂ ▃ ▄ ▅ ▆ ▇ █ E V E N T I M E D I T E R R A N E E █ ▇ ▆ ▅ ▄ ▃ ▂ ▁

→ Info e Tavoli ←
PASQUALE 3668015610
LELLO 3337985214


HOUSE Concert al castello #2

Organizzato da Iconoclast eventi

Sabato 25 novembre dalle ore 21:00 alle ore 2:00

Iconoclast eventi Napoli

 

 

Free entry

ICONOCLASTeventi è lieta di invitarvi al secondo appuntamento di ” HOUSE concert al castello ”

Un House concert in un meraviglioso castello sul mare.

Unplugged Balkan Concert

Per accedere gratuitamente all’ evento e conoscere l’ indirizzo è necessario prenotarsi inviando una e-mail all’indirizzo:
[email protected]

Ingresso libero fino ad esaurimento posti.


Arte rubinetti aperti

Organizzato da Associazione Loro di Napoli Eventi e Cultura

Sabato 25 novembre dalle ore 10:00 alle ore 12:30

Università degli Studi di Napoli Federico II

Corso Umberto I, 80100 Napoli

 

 

Arte rubinetti aperti e’ fissato per sabato 25 novembre alle ore 10:30 una particolare nonche’ raffinata passeggiata culturale in collaborazione con il Touring Club Italiano.
L’appuntamento è alle ore 10:00 dinanzi l’ingresso principale dell’Universita’ Federico II, in Corso Umberto. L’evento, a cura della dott.ssa Alessandra Nuzzi (guida abilitata Regione Campania), si snoderà lungo un percorso poco battuto dai turisti ma anche dagli stessi napoletani. Avete mai ammirato la Monumentale Fontana della Sellaria (XVI sec.)? E della poco conosciuta zona detta “Ponte di San Severino”? Siamo nella costola centrale del rettifilo, di fronte al Borgo degli Orefici.
Una Napoli seicentesca ci racconterà di arte e mestieri antichissimi e di botteghe aperte notte e giorno. Sara’ una sorpresa per tutti poter scorgere la Basilica dei Santi Severino e Sossio una delle chiese più belle e grandi di Napoli, ex convento di Benedettini ospita quasi 400 mq di affreschi, il coro in noce del 500, dipinti fiamminghi, impreziosita con 14 tipi di marmo proveniente da tutto il mondo.
Chiusa per 35 anni, oggi risplende al pubblico grazie ad un restauro costato più di 1.100.000 € ed è affidata e tutelata dai volontari del T C I.
Ma la mattinata riserverà una sorpresa finale rappresentata dal sopralluogo ad un’altra chiesa di grande interesse storico-religioso ovvero la poco considerata Basilica del Gesu’ Vecchio situata alla fine della stretta Via Paladino, qui San Luigi Gonzaga, fondata nel 1600 al posto di antichissimo collegio di Gesuiti (1500) . Di grande pregio la sagrestia, il presepe e lo speciale scalone retrostante l’altare dove resta vivo il culto della venerazione alla Madonna. Tra arte, fede e architettura remota.


Nella cella di San Tommaso

Organizzato da Associazione Loro di Napoli Eventi e Cultura

Domenica 26 novembre dalle ore 10:15 alle ore 12:15

Piazza San Domenico Maggiore, 80134 Napoli

 

 

 

Speciale Visita guidata fin dentro la celletta del Complesso di San Domenico Maggiore dove San Tommaso d’Aquino visse ed insegno’ fino al 1274.
La minuscola cella di Tommaso d’Aquino è situata nel cuore pulsante della Napoli antica, precisamente nel Convento dello splendido Complesso di San Domenico Maggiore dove il Santo visse ed insegno’ fino al 1274. Sito che rappresenta uno dei monumenti più imponenti della città e che (pochi lo sanno) custodisce un vero e proprio Pantheon delle varie dinastie reali che si sono succedute. Di epoca Angioina fu fatto costruire per volere di Carlo II ed affidato ai Padri Domenicani il sito custodisce una speciale collezione di abiti musealizzati, corredi funerari reali nonche’ una serie di preziosissimi oggetti e reliquie appartenute a San Tommaso d’Aquino. La speciale visita guidata, realizzata in collaborazione con l’Associazione Locus Iste sarà commentata dalla dott.ssa Nina Cuomo (guida abilitata Regione Campania).
Domenica 26 novembre ore 10:00
Appuntamento davanti alla pasticceria Scaturchio a Piazza San Domenico Maggiore.
Per info e prenotazioni 3317485815


Leggende Napoletane

Organizzato da Hermes Turismo e Beni Culturali

Domenica alle ore 10:30

Piazza Bellini, Napoli

 

 

Passeggiare tra i vicoli di Napoli vuol dire camminare nella storia ma anche tra le storie, tra racconti in cui il confine tra favola e realtà é molto sottile. Partendo da piazza Bellini le prime figure leggendarie che incontreremo saranno la mitica sirena fondatrice della cittá; Maria la rossa appesa in gabbia a Port’Alba e il diabolico maiale della Pietrasanta. Entreremo poi a Palazzo Spinelli dove per gelosia Bianca venne murata viva. Non potrà mancare la scaramantica toccatina ai teschi di bronzo posti a guardia della chiesa del Purgatorio ad arco dove Lucia, il teschio col velo, ancora oggi é invocata dalle future spose. Giungeremo infine a piazza San Gaetano, e se a casa vostra nei giorni scorsi sarà scomparso qualche oggetto, chiederemo al Munaciello di restituirlo. Ci saliteremo promettendo che una volta a casa lascieremo un posto a tavola alla Bella ‘Mbriana perché ci guardi con favore.

quota partecipativa: 5,00 euro
riduzioni: under26: 3,00 euro
bambini (-10 anni): gratis

promozione: tessera soci gratis per tutti
h. 10,30
Piazza Bellini
prenotazione obbligatoria

info/prenotazioni: cell/wapp 3466702606
mail [email protected]

 

No commento

Lascia risposta

*

*